Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°20° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 22 settembre 2019

Attualità mercoledì 11 febbraio 2015 ore 10:05

Morto per meningite, profilassi inefficace

Ritirato il lotto dell'antibiotico utilizzato sugli amici del ragazzo di 13 anni deceduto sabato scorso. Richiamati 50 adolescenti a rischio contagio



EMPOLI — I 50 ragazzi devovo sottoporsi a una nuova profilassi con un altro lotto dello stesso farmaco, in via precauzionale, così come altre persone che sono state in contatto con l'adolescente che poi non è sopravvissuto. 

Il ragazzo si chiamava Giovanni Locci e viveva a Cerreto Guidi. Gli esami hanno accertato che è stato colpito da una meningite di tipo C. Ricoverato venerdì scorso, è spirato il mattino successivo. Era stata vaccinato contro quel ceppo nel 2007.  "Il vaccino è efficace al 90 per cento  - hanno spiegato i medici - E' possibile che, dopo 7-8 anni, il livello degli anticorpi sia sceso. E comunque ci sono state concause: qualche giorno prima il ragazzo era stato colpito da un'infezione intestinale".

E' stata la stessa azienda produttrice, la Sanofi, a comunicare alla Asl di Empoli la decisione di ritirare il lotto di Rifadin 600 utilizzato per  le profilassi degli  altri bambini. Durante alcuni controlli di routine effettuati dalla stessa azienda, quel lotto non ha superato il test di dissoluzione: in pratica l'antibiotico, una volta nello stomaco, rischiava di non essere assorbito correttamente.

E' invece sempre ricoverato all'ospedale di Pisa il giovane di 18 anni di Cascina colpito da meningite lo stesso giorno in cui è morto Giovanni. Sono più di 300 le persone che hanno avuto contatti con lui nei giorni precedenti al ricovero e che, sempre in via precauzionale, sono state sottoposte a profiassi. Il giovane la notte fra il 31 gennaio e il primo febbraio andò a ballare alla discoteca Yab di Firenze e la Asl due giorni fa ha lanciato un appello per rintracciare gli avventori del locale di quella sera e invitarli a contattare il medico curante.



Tag

Atreju, Conte accolto da Giorgia Meloni: «Tu pensavi che io non venissi?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Cronaca

Cronaca