Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 07 dicembre 2019

Cronaca giovedì 27 dicembre 2018 ore 16:25

Inchiesta sui Cas, Giuntoli pronta a dimettersi

La presidente del consorzio Astir, da oggi ai domiciliari, ha deciso di lasciare l'incarico per difendersi dalle accuse della procura



PRATO — E' tornata in anticipo dal suo viaggio in Terran Santa per mettersi a disposizione della procura Loretta Giuntoli, la presidente del consorzio Astir finita agli arresti domiciliari nell'ambito di un'inchiesta sulla gestione di otto cas, centri di accoglienza per richiedenti asilo con sede a Prato, Poggio a Caiano e Carmignano (vedi qui sotto l'articolo collegato)

Giuntoli è accusata di frode nelle pubbliche forniture e di minacce nei confronti di tre dipendenti e tramite il suo avvocato difensore ha annunciato che lascerà tutti i suoi incarichi per dedicarsi alla difesa del proprio operato, anche al fine di tutelare le strutture e i posti di lavoro.

L'inchiesta è iniziata nel giugno scorso dopo alcune segnalazioni di residenti a Poggio a Caiano in cui veniva evidenziato che alcuni migranti ospitati nei Cas accendevano fuochi n giardino per cucinare e recuperavano lenzuola dalla spazzatura per coprirsi. Durante il mese di Luglio erano stati posti sotto sequestro anche cinque appartamenti adibiti all'accoglienza dei migranti per violazioni urbanistiche.



Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità