Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°31° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 21 luglio 2019

Attualità mercoledì 14 maggio 2014 ore 15:24

Acqua, tariffe alte per i molti investimenti

L'Autorità idrica toscana sottolinea che in Toscana i costi sono più elevati perché il sistema è più complesso ed efficace rispetto ad altre regioni



FIRENZE — In Toscana le tariffe del servizio idrico sono più alte che in altre regioni secondo l'ultima indagine di Federconsumatori. 

L'autorità idrica toscana ci tiene a precisare però che le tariffe sono più alte perché le istituzioni pubbliche centrali e locali hanno voluto maggiori investimenti sulle reti idriche e fognarie, in modo da scongiurare nei prossimi anni multe salate da parte dell'Unione Europea. 

"Per capire davvero i motivi delle tariffe - spiegano dall'autorità idrica toscana - dobbiamo spiegare i motivi dei costi del servizio. Se a Isernia i cittadini pagano solo settantotto Euro forse bisognerebbe anche dire che il costo è così basso perché li non esiste un sistema di depurazione e quindi i cittadini di Isernia rischiano di pagare un salasso nel 2016, quando l'Unione Europea non darà più nessuna proroga ai comuni per mettersi a norma con i servizi di depurazione". A Milano i costi sono invece più bassi perché i cittadini hanno la fortuna di abitare sopra ad una grande falda acquifera.

L'Autorità idrica toscana spiega dunque che, analizzando il Blue Book, il libro annuale dedicato al servizio idrico, ci si accorge che i costi dei servizi idrici sono alti perché il sistema toscano è più complesso ed efficace di quello di altre realtà italiane. Le aziende toscane si trovano a a gestire più reti di acquedotto e fognatura rispetto alla media nazionale, e anche impianti di depurazione mediamente più piccoli che quindi consumano di più

L'Autorità idrica toscana è impegnata a far ridurre i costi di gestione e a diffondere il più possibile le best practice gestionali, anche se per far ciò serve del tempo, investimenti e soprattutto la volontà di superare l'attuale dimensione delle aziende, ancora troppo piccole rispetto agli standard europei

In questo caso piccolo non è dunque bello ma costa anzi di più.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca