Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 24°35° 
Domani 23°34° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 24 luglio 2019

Cronaca mercoledì 13 marzo 2019 ore 17:00

Cinquanta quintali di selvaggina non tracciata

La carne di cinghiale e capriolo priva di tracciabilità e lavorata in stabilimenti senza requesiti sanitari è stata sequestrata dai carabinieri



SIENA — Sono oltre 50 i quintali di carne di selvaggina sequestrata e ritirata dal mercato perché priva di tracciabilità. La carne veniva lavorata e conservata in stabilimenti senza i requisiti sanitari. La carne sequestrata aveva un valore all'ingrosso di 50mila eur e proveniva dall'ambito di caccia 3 siena Nord.

Questo è il risultato delle indagini portate avanti dai carabinieri forestali di Montalcino sulla filiera delle carni di selvaggina cacciata, tra le province di Siena, Pisa Firenze e Grosseto.

A finire nei guai sono stati per lo più cacciatori ma anche ristoranti che, a vario titolo, hanno contribuito ad alimentare la filiera illegale, a loro sono state contestate 44 sanzioni amministrative per un importo di oltre 26mila euro.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca