Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°16° 
Domani 16°25° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 16 luglio 2019

Politica mercoledì 24 dicembre 2014 ore 12:03

SinistraDem: "Ok a Rossi, ma allearsi con Sel"

La minoranza Pd non appoggerà la candidatura di Modica per arrivare a primarie interne per la scelta del candidato alle prossime elezioni regionali



FIRENZE — Il documento firmato dal coordinatore regionale dell'area Cristian Pardossi (che annuncia anche per il 17 gennaio l'assemblea regionale proprio di SinistraDem alla presenza di Gianni Cuperlo), richiama innanzi tutto a "una proposta di governo all'altezza delle sfide che la globalizzazione porta anche nel nostro territorio" visto anche il forte fenomeno d'astensionismo che ha contraddistinto le elezioni in Emilia Romagna.

Poi ecco il riferimento prioritario al programma. "Crediamo che ci sia bisogno di aprire una discussione seria e approfondita che non si riduca ad una disputa nominalistica. A noi interessano le idee, il campo dei valori, il programma con cui il Pd si candiderà a governare la regione".

Semmai, spiega Pardossi, l'interesse sarà nelle "modalità con cui verranno scelti i candidati al consiglio regionale" e che "per noi deve essere prerogativa esclusiva dei livelli provinciali".

Sul capitolo della presidenza, invece, "abbiamo deciso di non sostenere la raccolta di firme per la candidatura di Luciano Modica" perché "crediamo si possa esprimere un giudizio positivo sui cinque anni di mandato di Rossi e sulla sua ricandidatura" e il governatore uscente viene considerato "il candidato più forte che il PD toscano possa mettere in campo e quello che può rappresentare al meglio un indirizzo di governo progressista all'altezza delle sfide che attendono la Toscana".

E allora ecco che il discorso torna a concentrarsi "sull'idea di governo e sul programma per la Toscana". Con la richiesta esplicita di un "dibattito aperto a tutto il partito e alle energie migliori della società" che possa anche "rivedere scelte e linee di indirizzo dove necessario". Riferimento, anche in questo caso esplicito, sia al tema della riforma sanitaria (su cui viene chiesto di tenere conto ovviamente dei "criteri di efficienza" ma anche "a valori di giustizia sociale") sia a quello della governance (con una richiesta di "minore centralizzazione a danno delle autonomie locali" e di una forte attenzione al "riordino delle funzioni delle Province").

Infine le alleanze. "Per noi - conclude il documento - il riferimento è la compagine di forze con le quali governiamo la stragrande maggioranza delle realtà locali della nostra regione e che fa riferimento alle forze della sinistra progressista, a partire dal nostro principale alleato, ossia Sinistra Ecologia e Libertà, con il quale è tempo di avviare un confronto". La richiesta, dunque, è che "su questi (ed altri) temi si apra un dibattito franco e sereno, sganciato da logiche di appartenenza, che coinvolga tutto il PD e lo stesso Presidente Rossi".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Cronaca