Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°16° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 24 ottobre 2019

Politica venerdì 20 marzo 2015 ore 18:00

Regionali, Fattori lancia la Lista del Sì

Servizio di Tommaso Tafi

L'ex portavoce del social forum di Firenze è pronto a sfidare Rossi da sinistra: "Il Pd è una macchina da soldi, noi puntiamo sulla partecipazione"



FIRENZE — Si all'introduzione di un reddito minimo garantito, sì alla sanità pubblica, sì a un piano speciale per il lavoro in Toscana. E' questo in estrema sintesi il programma propositivo della nuova Lista del Si, che in vista delle elezioni regionali raggruppa al suo interno Sel, Rifondazione ma anche i movimenti e singoli esponenti della società civile.

Una lista che sarà guidata da Tommaso Fattori, ex portavoce del social forum di Firenze, e campione di preferenze alle scorse elezioni europee quando ha raccolto oltre 7000 preferenze in Toscana con la lista Tsipras.

Fattori ha deciso di puntare sulle auto candidature che cittadini e associazioni potranno presentare direttamente via mail. La composizione delle liste, dunque, non avverrà con il "manuale Cencelli", rispettando cioè il peso politico dei vari partiti che fanno parte della Lista del Si, ma attraverso una partecipazione territoriale. "Poi - ha spiegato Fattori - avremo una specie di vaglio finale a livello regionale da parte del candidato presidente e di una serie di saggi super-partes e nello stesso tempo siamo assolutamente aperti a tutti coloro che nel corso del processo prima delle elezioni e dopo le elezioni vorranno contribuire a costruire una sinistra del si'". Porte aperte poi alla dissidente dem, Daniela Lastri, mentre non si sono registrati contatti con l'alleata storica di Fattori, l'attuale assessore al Turismo Sara Nocentini.

Obiettivo di Fattori, fare un grande risultato nonostante lo strapotere elettorale del Partito Democratico. "Siamo contro un colosso di dimensioni notevoli - ha detto Fattori -, soprattutto una macchina di potere, di soldi. Sappiamo che il Pd sta per investire in questa campagna milioni di euro e che singoli candidati avranno a disposizione una quantita' di denaro che noi avremo per tutta la campagna solo in minima parte".



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità