Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:51 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 26 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Zanni e il bronzo: «Dedico la medaglia a mio nonno, era con me in gara»

Attualità mercoledì 29 novembre 2017 ore 09:33

Collezione da brivido nelle teche di casa

Tra gli animali sequestrati anche decine di scorpioni

Ragni e scorpioni grandi quanto una mano e dal morso letale sono stati sequestrati in una abitazione dove era custodito anche un cinghiale



FIVIZZANO — Una collezione da brivido, quella che un cittadino di Fivizzano, zona Bagnone, custodiva in casa sua all'interno di alcune teche in vetro: ragni e scorpioni grandi quanto una mano e dal morso letale, che venivano nutriti con scarafaggi e blatte allevati dallo stesso proprietario. A trovare l'insolito repertorio animale sono stati, durante una perquisizione, i carabinieri forestali delle stazioni di Fivizzano e di Massa insieme ai militari del Cites di Firenze.

Oltre a decine esemplari vivi di queste specie esotiche, gli ambienti del casale ospitavano vari altri esemplari imbalsamati. Esaminata la documentazione, tutti questi animali sono stati posti sotto sequestro per la loro pericolosità e trasferiti, riporta la cronaca locale de La Nazione, in un centro toscano dotato di terrari adeguati.

Durante i controlli è spuntato fuori anche un cinghiale, custodito in un recinto con tanto di baracca per ripararsi: anche la sua detenzione è risultata irregolare, dunque anche lui è stato sequestrato e trasferito in un centro per animali selvatici.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vittima è un giovane che abitava a Ponte Buggianese. Feriti anche il conducente dell'auto e un ragazza sbalzata fuori dall'abitacolo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca