Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:04 METEO:FIRENZE21°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social

Attualità mercoledì 01 luglio 2020 ore 19:31

Gatto infettato da un raro virus della rabbia, scatta l'emergenza

Il sindaco preoccupato dispone la sorveglianza sanitaria delle colonie. Proprietari di gatti obbligati a segnalare tendenza a mordere e altri sintomi



AREZZO — Il sindaco Alessandro Ghinelli ha emanato una nuova ordinanza per contenere la diffusione del virus della rabbia dopo che un gatto colpito da un rarissimo lyssavirus ha morso la proprietaria e poi è morto.

“Il caso del gattino colpito da lyssavirus sicuramente ci preoccupa - ha detto il sindaco - Riteniamo pertanto necessario mettere in atto tutti gli accorgimenti finalizzati al controllo anche di questi felini domestici e tutte le cautele possibili per evitare contatti diretti con animali che potenzialmente potrebbero essere stati infettati da questo pericolosissimo virus. Si tratta di provvedimenti di prevenzione necessari, finalizzati alla salvaguardia e tutela della salute pubblica”.

L'ordinanza numero 146, con decorrenza immediata e in vigore fino al 27 agosto contiene una serie di prescrizioni per il controllo dei felini, sia che vivano famiglia o in colonie all'aperto.

Nel dettaglio:

-  tutti i responsabili delle colonie feline censite e mappate sul territorio comunale nonché tutti i proprietari di gatti devono segnalare immediatamente al Servizio Veterinaro della Asl Toscana sud est qualsiasi sintomo che possa far sospettare l'inizio della malattia, come ad esempio cambiamenti di indole, tendenza a mordere, manifestazioni di paralisi, impossibilità di deglutizione.

- Tutte le colonie censite nel territorio del Comune di Arezzo devono essere soggette a vigilanza sanitaria rafforzata da parte del personale veterinario

- Tutti gli interventi di cattura e sterilizzazione dei gatti appartenenti a colonie localizzate nel Comune di Arezzo devono essere sospesi; 

- Tutti i proprietari di gatti devono assicurare il controllo costante dei propri animali anche nel caso di animali abituati ad uscire dalla propria abitazione; 

- Tutti i cani e gatti che hanno morsicato persone o animali e tutti gli animali con sintomatologia sospetta, confermata dal veterinario della Ausl Toscana sud est, ogniqualvolta sia possibile catturarli, devono essere isolati e tenuti in osservazione per 10 giorni in locali preposti dove non possano nuocere, escludendo l'osservazione presso il domicilio del responsabile dell'animale.

Sarà compito del Servizio Ambiente del Comune di Arezzo disciplinare le modalità di trasporto di cani e gatti che hanno morsicato persone o animali e di tutti gli animali con sintomatologia sospetta nei locali appositamente individuati, nel caso in cui il proprietario non sia in grado o disponibile ad effettuare autonomamente il trasferimento.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno