Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:31 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ministro Guido Crosetto canta Bella Ciao alla serata con Fiorello per il Bambino Gesù

Attualità mercoledì 20 novembre 2019 ore 13:30

"Rendere strutturale il fondo periferie"

Il premier Giuseppe Conte ha partecipato all'assemblea Anci. Al centro del suo intervento piccoli comuni, infrastrutture e divari territoriali



AREZZO — Rendere strutturale il fondo periferie. Questo uno dei punti affrontati nel discorso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo ad Arezzo per l'assemblea nazionale Anci. "Abbiamo una grave emergenza periferie - ha detto Conte -,dobbiamo occuparcene in modo ancora più efficace. Dobbiamo rendere strutturale il Fondo per le periferie".

Poi rivolgendosi ai sindaci il premier ha detto: "L'Italia è innanzitutto l'Italia dei Comuni. Ancora oggi, in un'epoca nella quale spostarsi da un luogo all'altro è diventato più veloce, più economico, più diffuso, resta sempre e forse ancor di più il bisogno di radicamento - in ciascuno di noi - il bisogno di appartenere a una comunità, della quale ci riconosciamo parte e che ci riconosce come appartenenti ad essa. È in questo luogo unico e particolarissimo, che operate Voi, carissimi Sindaci, e so bene quanto questo spazio sia spesso una sorta di 'trincea'". 

"A fronte di funzioni così rilevanti e di tale responsabilità, le risorse umane e materiali purtroppo non sono sufficienti, tanto più nei Comuni più piccoli, che soffrono strutturalmente - ormai da troppi anni - una intollerabile carenza di mezzi e di personale", ha detto Conte. Sulla questione dei tagli, "Dobbiamo superare definitivamente la stagione dei 'tagli lineari', che - come ho già detto in altre occasioni - ha privato i territori di risorse preziose, penalizzando soprattutto gli investimenti e le infrastrutture. Lo Stato non deve più far cassa a danno dei Comuni".

Tra le priorità del Governo la sicurezza delle infrastrutture: "Mettere in sicurezza le nostre infrastrutture è una priorità, per me e per tutto il Governo, e i sindaci sono i nostri primi alleati in questa fondamentale missione per il Paese", ha detto Conte, rivendicando gli sforzi fatti dall'esecutivo per la "messa in sicurezza del territorio, edifici pubblici e strade, ponti e viadotti, nonché interventi di illuminazione pubblica".

Poi durante il suo discorso ha parlato di alzare l'indennità per i sindaci dei piccoli comuni, poi del maltempo che negli ultimi giorni ha flagellato l'Italia, da Venezia a Matera, come anche in Toscana: "Lasciatemi rivolgere, a tal proposito, un pensiero a Venezia, a Matera e ai tanti altri Comuni, da Nord a Sud, senza distinzione, colpiti dagli eventi meteorologici avversi di questi giorni. Al riguardo, come ho già anticipato, assicuro che il governo valuterà tempestivamente e con la massima attenzione le richieste di deliberazione dello stato di emergenza delle aree e delle Regioni interessate".

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, prima del suo intervento all'assemblea Anci in corso ad Arezzo, si è fermato allo stand allestito da Anci Toscana. Con il premier, il presidente nazionale Anci Antonio Decaro, il direttore di Anci Toscana Simone Gheri, il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno