Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo 2022, chi sono i 22 partecipanti: l'annuncio di Amadeus

Cronaca martedì 19 maggio 2015 ore 14:00

Calcioscommesse, maxi-retata in tutta Italia

La Polizia ha fermato 50 persone per 28 partite truccate di Lega Pro e serie D. Indagini anche su incontri di Pisa, Grosseto, Prato e Tuttocuoio



CATANZARO — L'operazione, battezzata Dirty Soccer e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, è stata messa in atto in venti province di Calabria, Toscana, Lombardia, Veneto, Liguria, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo e Marche.

Al centro delle indagini due distinti gruppi criminali che avrebbero truccato gli incontri. Fra i personaggi coinvolti ci sono calciatori, ex calciatori, dirigenti di club, un poliziotto, alcuni stranieri e un presunto membro del clan Iannazzo della 'Ndrangheta, che opera in provincia di Lamezia Terme. Per tutti l'accusa è associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva.

Nel mirino degli investigatori 17 incontri dei gironi A, B e C di Lega Pro e 11 partite della lega Dilettanti, serie D, gironi H e I. Le partite su cui gli inquirenti hanno accertato i giri di scommesse sarebbero state giocate nel corso della stagione 2014-2015.

Secondo i titolari dell'inchiesta, le due organizzazioni venivano alimentate anche da ingenti quantitativi di denaro proveniente da personaggi residenti in Kazachistan, Serbia, Slovenia e Russia (alcuni dei quali ancora non identificati) che interagivano con i gestori del giro di scommesse. In pratica i finanziatori stranieri foraggiavano le organizzazioni per corrompere, con la mediazione di dirigenti sportivi compiacenti, i calciatori e truccare le partite su cui venivano raccolte le scommesse e 'guadagnare' fiumi denaro.

Se poi l'accordo saltava e l'esito delle partite non rispettava i 'patti' fra corruttori e corrotti, scattavano le ritorsioni: alcune delle persone coinvolte sono accusate anche di estorsione e sequestro di persona.

"L'inchiesta - scrive il pubblico ministero nel decreto di fermo - ha fatto emergere la parte marcia del mondo del pallone della Lega Nazionale Dilettanti e della Lega Pro che è poi quello visceralmente legato alla provincia italiana".

Ecco l'elenco degli incontri finiti nel mirino degli investigatori:

LEGA PRO 

Pisa - Torres 

Juve Stabia -  Lupa Roma 

Sant'Arcangelo - Aquila 

Grosseto - Sant'Arcangelo 

 Aquila - Savona 

Prato - Sant'Arcangelo 

Cremonese - Pro Patria 

Monza - Torres 

Bassano - Monza 

Torres - Pro Patria 

Pro Patria - Pavia 

Aquila - Tuttocuoio 

Aquila - Sant'Arcangelo 

Barletta - Catanzaro 

Aversa - Barletta 

Vigor Lamezia - Paganese 

Barletta - Vigor Lamezia 

SERIE D 

Hinterreggio - Neapolis 

Sorrento - Montalto 

Neapolis - Montalto 

Monopoli - Puteolana 

 Montalto - Frattese 

Due Torri - Neapolis 

Neapolis - Akragas 

Neapolis - Sorrento 

Brindisi - San Severo 

Andria - Puteolana 

 Pomigliano - Brindisi


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono stati fatti scendere da un'auto che poi è fuggita via a forte velocità. Uno dei due è in fin di vita, l'altro ha fratture in tutto il corpo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca