Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Cronaca giovedì 02 aprile 2020 ore 22:31

Covid-19, situazione critica al centro Casa Verde

Il Centro riabilitazione Casa Verde di San Miniato
Il Centro riabilitazione Casa Verde di San Miniato

Nella struttura di riabilitazione gestita dalla Fondazione Stella Maris sono risultati positivi 15 ospiti su 25, più alcuni operatori



SAN MINIATO — Grido di allarme dal dottor Roberto Cutajar e dall'avvocato Giuliano Maffei, rispettivamente direttore generale e presidente della Fondazione Stella Maris, che gestisce varie strutture fra le quali la Casa Verde di San Miniato, suddivisa in Centro di riabilitazione e Residenza sanitaria assistita per disabili (Rsd)

Qui, effettuati i tamponi, 15 ospiti su 25 sono risultati positivi al coronavirus. Due di questi si trovano ora ricoverati in ospedale. Risultati positivi anche alcuni operatori, per i quali scarseggiano le mascherine.

"Nonostante, dall’avvio dell’emergenza, presso la Struttura siano stati adottati tutti i provvedimenti di contenimento come previsto da Regione Toscana attraverso la ASL Centro - scrivono Cutajar e Maffei -; siano state attivate tutte le modalità di protezione interne, in linea con quelle della ASL e di Regione Toscana, e siano state fatte tutte le dovute segnalazioni, tuttavia dopo i primi due casi rivelatisi positivi di qualche giorno fa, abbiamo avuto la conferma dalla ASL Centro, che ha effettuato i tamponi, della positività di ulteriori 13 pazienti. Pertanto, il quadro attuale, su un totale di 25 ospiti, vede 15 positivi, di cui 13 continuano a stare in struttura, 2 ricoverati in ospedale, tre incerti con tamponi da rifare e 7 negativi. I due pazienti ricoverati in ospedale e monitorati dal Servizio Sanitario Nazionale sono in condizioni stazionarie e la situazione clinica non sembra destare preoccupazione. Gli assistiti rimasti in struttura presentano condizioni personali che al momento non destano preoccupazioni. Per quanto riguarda il personale su 24 tamponi, 2 sono risultati positivi, 12 in attesa di risultato, e 10 negativi".

"Già dal primo sospetto - assicurano dalla Stella Maris -, nella struttura è stato subito messo in atto tutto quanto di nostra competenza per la sanificazione degli ambienti, così come è stato immediatamente coinvolto l’Ufficio di Prevenzione della ASL. Non appena il risultato dei primi due tampini positivi è stato notificato, come prevedono le disposizioni regionali, presso la struttura si è subito provveduto a identificare due ambienti completamente separati per ospiti covid positivi e covid negativi. Il personale è dotato di dispositivi di protezione individuale (comprese le tute per il personale che entra in contatto con i positivi) ma abbiamo carenza di mascherine FFP2 (il personale usa quelle chirurgiche) pur avendo inviato, e tuttora stiamo inviando, vari ordinativi a diversi fornitori, Cina compresa".

"Anche la nostra esperienza conferma - ribadiscono Cutajar e Maffei -, per il nostro tipo di residenze, la necessità di monitorare il personale tutto sin da subito mediante l’effettuazione dei tamponi".

La Fondazione Stella Maris "ringrazia Sua Eccellenza il vescovo di San Miniato, Monsignor Andrea Migliavacca per la vicinanza continua ai nostri operatori e ai nostri ragazzi. Ringrazia altresì l’ASL Centro e il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli per l’immediata presa in carico, la vicinanza e l’impegno in particolare per la fornitura delle mascherine. La Fondazione ringrazia tutto il territorio per le numerose manifestazioni di solidarietà che si sono concretizzate anche con la fornitura di mascherine, camici e prodotti di sanificazione. La Fondazione è particolarmente vicina ai propri operatori che, similmente a tanti medici, infermieri e personale sanitario in genere, sono in prima linea nel combattere l’epidemia e proteggere i pazienti e gli assistiti che sono loro affidati".

La Fondazione Stella Maris precisa anche che nelle sedi di Montalto di Fauglia e di Calambrone, "dove sono comunque attive sin da subito tutte le misure di prevenzione necessarie, non si registrano casi di pazienti covid positivi" e "nonostante le difficoltà di questo periodo, esprime la fiducia e la speranza che tutto potrà risolversi positivamente".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La persona dispersa è una donna. Mobilitazione per i soccorsi: sul posto un elicottero dei vigili del fuoco, personale specializzato e sommozzatori
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca