Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°11° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 16 dicembre 2019

Attualità mercoledì 08 marzo 2017 ore 11:29

Trionfa a Parigi l'artista elbano del tatuaggio

Alessandro Pellegrini secondo nella categoria colore alla prestigiosa fiera di Parigi, dall'Elba in cima al mondo in punta di matita



PORTOFERRAIO — Tre api sventolano sotto la torre Eiffel e ce le ha portate Alessandro Pellegrini da Portoferraio. Alla fiera di Parigi, una delle due più importanti convention di tatuaggi al mondo, l'artista elbano ha sollevato il premio per il secondo classificato nella categoria colore.

Un risultato che proietta Pellegrini nel gotha mondiale dei tatuaggi per un ragazzo che il primo disegno su pelle lo ha realizzato solo nel 1994. E' lui stesso a raccontare l'esperienza: "Quella di Parigi è una convention alla quale è un onore anche solo entrare - spiega - ci vogliono anni solo per entrarci, ci vanno i migliori tatuatori di tutto il mondo, penso che italiani fossimo al massimo una ventina".

Pellegrini si è specializzato nel disegno giapponese e la sua creazione ha stupito i giudici: "E' sicuramente il premio più importante ricevuto finora" racconta, il suo disegno finirà su tutte le riviste di settore del mondo.

Una passione che, dopo migliaia di disegni portati su pelle da altrettante persone, è rimasta intatta: "Io arrivo alla sera soddisfatto se sono riuscito a fare una cosa di valore, ieri notte ho fatto le tre per studiare il prossimo disegno che mi hanno commissionato e non mi pesa, è la mia passione".

Per arrivare a questi livelli sono molti i fattori necessari: "Certo ci vuole talento ma conta il 10% - spiega - il resto è tanto lavoro, tante ore passate a disegnare e ci vuole soprattutto cuore. Come in tutti i campi per emergere non puoi pensare che il lavoro finisca quando chiudi il negozio: se uno si applica tanto può diventare un buon tatuatore ma per diventare bravo devi amare quello che fai, per il lavoro in sè, non per i soldi".

Pellegrini ha lo studio a Portoferraio ma presto aprirà un nuovo centro: "Il 3 giugno inaugureremo la nuova sede che sarà più grande e servirà ad ospitare altri tatuatori bravi. Io ho la mia specializzazione ma accanto a me ci saranno altri artisti che ne hanno altre così chi arriva può trovare lo specialista per il disegno che ha in mente".

I prossimi appuntamenti saranno invece a Bologna ma l'obiettivo grande è la grande convention di Londra.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, Fosson si dimette da presidente: «Totalmente estraneo ai fatti»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca