Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE23°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dell'attentato a Donald Trump durante un comizio in Pennsylvania: gli spari e le grida di terrore
Il video dell'attentato a Donald Trump durante un comizio in Pennsylvania: gli spari e le grida di terrore

Monitor Consiglio mercoledì 17 gennaio 2024 ore 14:17 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Stragi nazifasciste, ok unanime alla mozione Pd

Giacomo Bugliani e Massimiliano Pescini
Giacomo Bugliani e Massimiliano Pescini

"Da tutto il Consiglio Regionale della Toscana impegno forte per rendere effettivi i risarcimenti"



FIRENZE — Via libera all’unanimità alla mozione del Gruppo Pd che chiede al Governo di rendere effettiva la misura risarcitoria istituita dal Fondo per il ristoro dei danni subiti dalle vittime di crimini di guerra e di prorogare i termini per l’avvio delle azioni giudiziarie.

"In Toscana le stragi nazifasciste hanno segnato un pezzo di storia indelebile. Il voto unanime di oggi del Consiglio regionale a sostegno della nostra mozione che chiede di rendere effettivi i risarcimenti ai parenti delle vittime del nazifascismo, è un risultato importante. Un passaggio che conferma la volontà della Toscana di fare giustizia su una delle pagine più buie, ignobili e sofferte della nostra storia, al di là delle appartenenze partitiche». È quanto dichiarano Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd e presidente della commissione affari istituzionali, e Massimiliano Pescini, vicecapogruppo Pd - a margine del voto unanime dell’Assemblea toscana sulla mozione 'In merito alla piena attuazione della normativa relativa al fondo per il ristoro dei danni subìti dalle vittime di crimini di guerra e contro l’umanità per la lesione di diritti inviolabili della persona, compiuti sul territorio italiano o comunque in danno di cittadini italiani dalle forze del Terzo Reich nel periodo tra il 1° settembre 1939 e l’8 maggio 1945'".

"Con la mozione approvata oggi in Consiglio regionale abbiamo voluto da una parte spingere sul Governo affinché vengano rese effettive le liquidazioni degli indennizzi ai parenti delle vittime delle stragi nazifasciste e, dell’altra parte, abbiamo voluto tener conto di un’esigenza: quella di prorogare i termini per l’avvio delle azioni giudiziarie finalizzate a ottenere i risarcimenti. Termine che ormai è scaduto ma che è opportuno dilatare nel tempo per consentire a molti parenti delle vittime di poter accedere al Fondo per il ristoro dei danni subiti dalle vittime di crimini di guerra e contro l'umanità commessi in territorio italiano o comunque a danno di cittadini italiani dalle forze del Terzo Reich nel periodo tra il 1° settembre 1939 e l'8 maggio 1945, assicurando che tale differimento abbia congrua durata e che di esso sia data ampia informazione. Portiamo avanti un impegno per sancire un passaggio di giustizia da troppo tempo inatteso verso i familiari e i superstiti dell’efferatezza dell’orrore nazifascista". È quanto dichiara Giacomo Bugliani, primo firmatario della mozione, illustrando l’atto.

"A fronte delle sentenze del Tribunale di Firenze che sancivano i risarcimenti per i parenti delle vittime di alcune stragi avvenute in Toscana, l’impugnativa dell’Avvocatura di Stato rappresenta un comportamento inspiegabile - continua Massimiliano Pescini - Nelle motivazioni si parla di bambini che non possono dimostrare di aver subito un danno patrimoniale rispetto alla perdita del padre; si parla di non veridicità delle testimonianze; e ancora, si parla di non dimostrabilità del danno subito. Siamo davanti a un atteggiamento vessatorio che tenta di umiliare persone che hanno sofferto per tutta la vita a causa della ferocia nazifascista e della barbarie che si è espressa in quei mesi nella nostra regione. La Toscana è tra le regioni più colpite in Italia, con 832 episodi di uccisioni e con 4477 vittime tra la popolazione civile. Continueremo a lavorare al fianco dei Sindaci delle comunità toscane coinvolte che in questi giorni hanno manifestato la loro contrarietà rispetto al ricorso dell’Avvocatura, così come abbiamo fatto con questa mozione, affinché i risarcimenti siano effettivi. Difenderemo i valori dell’antifascismo, della democrazia e della libertà che la Toscana ha nel suo stemma, il Pegaso alato adottato dal CLN, e che coltiva come valori irrinunciabili e fondativi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno