Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE11°16°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Cronaca domenica 01 gennaio 2017 ore 19:00

L'artificiere ha perso l'occhio e una mano

Gravissime conseguenze per il sovrintendente di polizia dopo l'esplosione della bomba davanti alla libreria. Gli investigatori sulla pista anarchica



FIRENZE — Dopo la potentissima esplosione che ha sconvolto via Leonardo da Vinci e l'intero quartiere, restavano detriti sparati per metri sul marciapiede e la vetrina spaccata della libreria vicina agli ambienti di Casa Pound davanti alla quale è stato piazzato l'ordigno. Ma soprattutto restano le amputazioni che l'artificiere di 39 anni impegnato nel disinnesco della bomba dovrà portarsi dietro per tutta la vita: l'occhio destro e la mano sinistra non ci sono più. Non sono riusciti a salvarli gli interventi a cui l'uomo è stato sottoposto al Cto di Firenze nel pomeriggio. 

Tutto spazzato via dalla deflagrazione della bomba che, emerge dalle indagini, era stata infilata nella rete oltre la serranda del negozio. Una rete allestita proprio per evitare danneggiamenti dovuti al lancio di oggetti, cosa già avvenuta in passato contro la libreria. A notare la borsa con dentro l'ordigno è stata, alle prime luci dell'alba, una pattuglia della Digos in servizio di perlustrazione della zona. Il sospetto, fondato, che si trattasse di una bomba, ha fatto scattare la chiamata agli artificieri. 

Alle 5 esatte, quasi certamente attivata da un timer, la bomba è esplosa praticamente in mano all'artificiere che la stava esaminando per disattivarla. Un boato fragoroso che ha squassato la notte, facendo tremare le case e svegliando l'intero quartiere. In tanti si sono affacciati alle finestre e alla vista dei lampeggianti hanno subito capito cosa stesse succedendo. 

Per la polizia la matrice del gesto è di natura politica. La pista seguita è quella degli ambienti anarchici. 

Servizio di Dario Pagli
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A segnalare il corpo sulla battigia un surfista che si trovava sulla spiaggia di Lacona. Il cadavere sarebbe stato nel mare per oltre sei mesi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità