Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 07 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Morabito, chi è l'ambasciatore «nobile» della ‘ndrangheta

Attualità giovedì 18 marzo 2021 ore 10:49

Toscana in lutto per le vittime dell'epidemia

La statua del Biancone con il drappo nero
La statua del Biancone con il drappo nero - foto Alberto Generini

Commemorazione in tutta Italia delle vittime del Covid-19. Un anno fa le colonne dei camion dell'esercito che portavano via le bare a Bergamo



FIRENZE — Sarà difficile dimenticare un anno segnato dalla pandemia di Covid con le sue 103.000 vittime in Italia, 4.991 in Toscana, iniziato simbolicamente il 18 Marzo quando i camion dell'esercito arrivarono a Bergamo per portare via le bare dei morti. Proprio in ricordo dei morti a causa del Covid  oggi in Italia si commemora la "Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia" e anche tutta la Toscana partecipa al lutto nazionale. La Giornata Nazionale in memoria della vittime da Covid è stata istituita dal Senato.

Il presidente del Consiglio Mario Draghi è arrivato proprio nella città lombarda per rendere omaggio alle vittime del virus che ha cambiato la vita di tutti. Dopo aver deposto una corona davanti alla stele dedicata alle vittime si sposterà al parco della Trucca per l’inaugurazione del Bosco della Memoria, dove pianterà un Tiglio donato dal Comune di Buccari, nel Siracusano.

Il Consiglio Regionale toscano ha deciso l’esposizione a mezz’asta delle bandiere toscana, nazionale ed europea. “Un anno dopo non è ancora finita, purtroppo, e le vittime, solo in Italia, sono oltre 103mila. Ed è proprio pensando a questi numeri drammatici e a quella foto fissata per sempre nella storia che dobbiamo fare di tutto per portare avanti il più velocemente possibile la campagna vaccinale”, ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo.

“A tutte le vittime di questa pandemia - continua il presidente Mazzeo - alle loro famiglie e a tutti coloro che in queste ore stanno lottando nelle corsie degli ospedali va oggi più che mai il mio pensiero e quello di tutto il Consiglio Regionale della Toscana".

Il sindaco di Firenze Dario Nardella questa mattina ha ricordato la telefonata avvenuta proprio con il sindaco di Bergamo Giorgio Gori in quei giorni drammatici. "Quando vidi quella immagine scrissi subito a Giorgio Gori, gli mandai un messaggio dicendogli 'Dicci tutto quello che possiamo fare'. Dopo qualche giorno mi chiamò e mi disse che i forni crematori erano pieni e che aveva bisogno di un aiuto", così il sindaco Dario Nardella ha ricordato l'emergenza scattata a Marzo 2020 con le bare che di lì a pochi giorni si sarebbero dirette al Crematorio di Trespiano.

In tutta la Toscana oggi i primi cittadini dedicheranno alcuni eventi per commemorare le vittime del Covid. A Firenze un drappo nero è stato messo al Nettuno in piazza della Signoria mentre una targa nel cortile della di Palazzo Vecchio sarà scoperta in ricordo dei morti fiorentini a causa del Coronavirus. 

Alle 13 e 30 poi è previsto un minuto di silenzio e per tutto il giorno le bandiere saranno a mezz’asta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A provocare lo scoppio è stata una fuga di gas dalla bombola del forno. Ferite anche due bambine. Evacuata l'intera zona per le verifiche strutturali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Imprese & Professioni