Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:20 METEO:FIRENZE20°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 09 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Sud Corea, tempeste e nubifragi: almeno 7 morti

Cronaca sabato 27 novembre 2021 ore 18:00

Morì dopo l'incidente in cava, 3 condannati

I tre soci di una ditta proprietaria della cava condannati per omicidio colposo. Stabilite anche le cifre per i risarcimenti alla famiglia



FIRENZE — Tre soci di una ditta dell'Empolese sono stati condannati per omicidio colposo. I fatti risalgono all'8 Settembre 2015 e accaddero in una cava di proprietà della ditta, un operaio ebbe un incidente sul lavoro, una caduta nella quale riporto varie ferite e traumi. L'uomo, Giampiero Montagnani di 46 anni, morì alcuni giorni dopo.

Per questo due soci sono stati condannati dal tribunale di Firenze a 2 anni e 3 mesi e il terzo socio a 4 anni e 6 mesi oltre all'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. La sentenza è stata emessa ieri. 

Il giudice li ha inoltre condannati a risarcire il danno e le spese legali alle parti civili stabilendo provvisionali di 552mila euro per Inail, 300mila euro alla moglie e al figlio della vittima, 200mila  euro alla madre e 100mila euro alla sorella. Il giudice Gian Maria Faralli ha annunciato che le motivazioni della sentenza saranno pubblicati tra 90 giorni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una vettura contromano sulla Firenze Pisa Livorno si è scontrata con altre due automobili. Cinque persone sono rimaste ferite nell'incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità