Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 19°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 22 agosto 2019

martedì 28 maggio 2019 ore 07:42

Nuovo Consiglio, ecco chi entra a Palazzo Vecchio

Per il Pd e lista civica conferme tra gli assessori uscenti, tanti volti nuovi per la Lega, cresce FdI e resiste FI, poi M5S e Sinistra con Bundu



FIRENZE — Il sindaco rieletto Dario Nardella, con il 57% rappresentato da 109mila voti, potrà contare su 19 consiglieri del Partito Democratico e 3 di rinforzo ottenuti con la Lista Nardella che, senza simbolo di partito, ha sostenuto la campagna elettorale proponendosi come forza civica e superando le altre liste come Sinistra Civica e +Europa. Tra gli eletti molte conferme ad iniziare dagli assessori uscenti e campioni assoluti di preferenze: Cecilia Del Re, Sara Funaro ed Andrea Vannucci oltre a Federico Gianassi, Massimo Fratini ed Alessia Bettini rieletta in quota lista civica per Nardella sindaco. Il gruppo di maggioranza, stando alle proiezioni, sarà composto inoltre da Milani Luca, Bianchi Donata, Giorgetti Fabio, Giuliani Maria Federica, Bonanni Patrizia, Piccioli Massimiliano già segretario cittadino del Pd, Sparavigna Laura, Pampaloni Renzo, Armentano Nicola, Albanese Benedetta, Guccione Cosimo, Innocenti Alessandra, Conti Enrico e Perini Letizia. Dalla lista Nardella arriverebbero anche Alessandro Martini e Marco Del Panta. Secondo i dati di distribuzione dei seggi e per il numero di preferenze raccolte, ma in attesa di stabilire la nuova squadra di governo, al momento tra i volti noti resterebbe fuori l'ex calciatore Alberto Di Chiara. 

Lo sfidante non eletto Ubaldo Bocci, con 47mila voti ed il 25% raccolto alle urne cittadine, guida la folta opposizione di centrodestra con la squadra della Lega "capitanata" dal coordinatore fiorentino Federico Bussolin e con lui ci sarebbero Cocollini Emanuele, Asciuti Andrea, Tani Luca, Montelatici Antonio e Monaco Michela. Nei posti assegnati al centrodestra entrerebbero anche gli alleati di Fratelli d'Italia con il campione di preferenze Alessandro Emanuele Draghi mentre per il centrodestra moderato rappresentato da Forza Italia resistono Jacopo Cellai e Mario Razzanelli che ottengono più voti personali rispetto ai colleghi di partito. 

Antonella Bundu raccoglie il 7, 3% superando il Movimento 5 Stelle con tre liste di appoggio che si dividono i voti, non sarà comunque  sola, con lei passa Palagi Dmitrij Gabriellovic della Lista Città Aperta mentre non superano il 3% Potere al Popolo e la Sinistra Italiana. 

Il candidato pentastellato Roberto De Blasi si ferma al 7% e sarà affiancato da Lorenzo Masi. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità