Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Attualità domenica 10 gennaio 2021 ore 17:50

Curiose impronte scoperte sulla cupola del Duomo

Foto di Ambra Nepi

Tracce di animali selvatici sono state trovate impresse nella copertura in terracotta imprunetina che avvolge la cupola di Santa Maria del Fiore



FIRENZE — Impronte di animali selvatici sulla cupola del Duomo di Firenze, chi le ha lasciate? La curiosa scoperta ha fatto rapidamente il giro del mondo e l'Opera di Santa Maria del Fiore non esclude l'ipotesi di avviare uno studio approfondito sulle impronte e su altri segni incisi nella terracotta imprunetina che ricopre l'opera del Brunelleschi.

Sulle tegole che ricoprono la Cupola del Brunelleschi sono state individuate antiche impronte di animali come cani e gatti ma anche volpi, faine ed alcuni esemplari di volatili. Fatta eccezione per gli uccelli, le altre impronte sono apparse piuttosto curiose attirando l'attenzione dei manutentori della cupola.

Il mistero è stato svelato risalendo alla produzione artigianale della copertura in terracotta, avvenuta sulle colline del Chianti. Una lavorazione all'aperto che ha dato vita ad una sorta di passeggiata delle celebrità per richiamare la Hollywood Walk of Fame dell'Hollywood Boulevard e della Vine Street, a Los Angeles.

Filippo Brunelleschi costruì la Cupola rivolgendosi alle formaci dell'Impruneta per le tegole della copertura e nel corso dei secoli le tegole danneggiate sono state sostituite con altre sempre fatte a mano e provenienti dall'Impruneta. 

Le tegole essiccate all'aperto erano soggette al passaggio degli animali che camminandoci sopra hanno lasciato impresse le loro impronte. 

Sempre sulle tegole sono state individuate anche alcune marchiature probabilmente opera degli artigiani. 

L'Opera del Duomo ha preso in seria considerazione la possibilità di effettuare uno studio approfondito sulla scoperta che ha suscitato grande curiosità da parte dei media internazionali.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A segnalare il corpo sulla battigia un surfista che si trovava sulla spiaggia di Lacona. Il cadavere sarebbe stato nel mare per oltre sei mesi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità