Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:59 METEO:FIRENZE22°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump prende in giro Kamala Harris: «La chiamo 'Laughing Kamala', è pazza»
Trump prende in giro Kamala Harris: «La chiamo 'Laughing Kamala', è pazza»

Attualità martedì 26 maggio 2020 ore 10:18

Movida, mascherine e pantaloni calati in strada

I residenti del centro storico si dichiarano esasperati dal livello di inciviltà raggiunto dagli avventori dei locali della movida: "Aiutateci"



FIRENZE — Mascherine, ma anche pantaloni calati mettono in difficoltà il delicato equilibrio sociale nel centro di Firenze dove i residenti rivolgono l'ennesimo appello ad analizzare il fenomeno Movida in tutta la sua complessità, e non fermarsi alle apparenze. Movida non è solo assembramento ed il regolamento dei flussi può avere altri significati.

"I cittadini si stanno difendendo come possono, ma è possibile arrivare alle 02:30 di notte per fare da guardiani alle nostre strade?" questo l'ultimo grido di allarme che arriva dal centro storico di Firenze che ha suscitato indignazione sui social. A corredo alcune immagini inequivocabili di persone che usano i vicoli come Vespasiani, accucciati tra le auto e il marciapiede ed anche in attesa del proprio turno. La zona è ancora una volta quella di Santo Spirito.

La Movida fa discutere durante la seconda fase dell'emergenza sanitaria, gli assenmbramenti in piazza hanno scatenato polemiche e la risposta è stata quella di contingentare gli accessi alle piazze, ma i residenti invitano a non misurare il fenomeno solo in termini di capienza. La mancanza di senso civico preoccupa ancor più delle distanze.

"L'uso delle strade come toilette pubbliche da parte dei clienti dei locali, frequentatori della Movida è veramente insostenibile!" sbottano gli abitanti del centro che dopo settimane di reclusione hanno aperte le finestre trovando un'altra estate turbolenta.

E c'è chi insiste su un tasto dolente "Allora non erano gli studenti stranieri...".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno