Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:26 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lombardia, Bertolaso: «Tra i vaccinati con doppia dose zero morti da variante Delta»

Attualità mercoledì 20 dicembre 2017 ore 12:00

"Opere Tav, bene la ripresa dei lavori"

Lo ha dichiarato la consigliera regionale Spinell (Mdp)i: "Il sottoattraversamento metterà la parola fine alla regola dell'inchino per i treni regonali"



FIRENZE — “È notizia molto positiva che si torni a lavorare sui cantieri dell’alta velocità di Firenze, su quello di Campo di Marte da cui partirà il tunnel per il sottoattraversamento e su quello della stazione Foster". A dichiararlo è la consigliera regionale di Articolo Uno - Mdp Serena Spinelli. 

"Le infrastrutture per integrare la mobilità su ferro e gomma nella città di Firenze sono opere necessarie, attese da tempo da tanti cittadini e amministratori - prosegue Spinelli - Queste infrastrutture non solo renderanno Firenze centrale nell’alta velocità ferroviaria, ma consentiranno di alleggerire il traffico sulla stazione centrale di Santa Maria Novella, agevolando l’entrata e l’uscita dei treni regionali". 

"Ora dobbiamo pensare a come collegare la Foster con il centro della città e la stazione di Santa Maria Novella - ha scritto ancora la consigliera regionale di Mdp - Nella riqualificazione del sistema ferroviario in corso, sarà fondamentale dare priorità al trasporto regionale: dovranno migliorare le condizioni di chi ogni giorno si sposta per motivi diversi, per studio o per lavoro, e spesso si trova costretto a subire ritardi dovuti all’entrata e all’uscita dei treni ad alta velocità dalla stazione centrale di Santa Maria Novella". 

"Il sottoattraversamento per l’AV dovrà scrivere la parola fine all’incomprensibile regola dell’inchino che quotidianamente va in scena in sfavore dei treni dei pendolari - conclude Spinelli - Pensiamo alla stazione Foster che sarà un grande intercambio per tram-bus e treni, che migliorerà l’accesso e la diffusione del trasporto pubblico e sostenibile. La città di Firenze e tutto l’hinterland hanno forte bisogno di ripensare ed integrare la viabilità, proprio in funzione dei tanti pendolari che usufruiscono del trasporto pubblico e per tutti coloro che saranno incentivati a farlo a discapito del mezzo privato. Per Firenze e la Toscana sarà un passo avanti importante, verso una viabilità più ampia e regionale”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E’ di Francesco Pantaleo, il ragazzo di Marsala scomparso a Pisa, il cadavere carbonizzato trovato sul ciglio di un fossato ad Orzignano nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca