Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:07 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Beppe Sala, le minacce la pazienza e l'incoscienza

Sport sabato 07 agosto 2021 ore 18:00

Pedote torna in mare nella Rolex Fastnet Race

Torna la leggendaria regata tra Isola di Wight, Irlanda e Francia. Con lo skipper fiorentino anche Giovanni Soldini tra i 453 equipaggi iscritti



FIRENZE — L’isoletta rocciosa di Fastnet, con il suo faro dipinto di bianco, è chiamata anche Ireland’s Teardrop cioè le lacrime degli irlandesi, ultimo lembo di terra che gli emigranti irlandesi vedevano dai parapetti delle navi che li portavano in America, nel tentativo di lasciarsi alle spalle fame e miseria.

Da questo scoglio prende il nome la Rolex Fastnet Race, la storica e leggendaria competizione di 695 miglia nautiche giunta alla 49° edizione, che prenderà il via domani da Cowes, sull’Isola di Wight, raggiungerà il Fastnet e tornerà indietro per concludersi per la prima volta in un porto francese, quello di Cherbourg-en-Cotentin, al cospetto della suggestiva e austera Gare Maritime Transatlantique de Cherbourg, fantastico esempio di architettura Art Decò.

E’ dal 1925 che ogni due anni le imbarcazioni si danno appuntamento a Cowes per attraversare il Mare Celtico, costantemente in lotta con insidiose correnti di marea e condizioni metereologiche imprevedibili, come accadde nel 1979 .

Nel tardo pomeriggio dell’11 agosto 1979 la flotta della Fastnet Race fu abbracciata da una fortissima tempesta non prevista. I venti superarono i settanta nodi e le onde presto divennero muri invalicabili.

In mare si trovavano 303 equipaggi ed il giorno dopo agli elicotteri della Royal Navy ed ai mezzi navali inglesi, olandesi ed irlandesi che giunsero in quel tratto di mare si presentò uno spettacolo infernale.

Alcune imbarcazioni erano capovolte, altre disalberate, altre ancora abbandonate.

Ben 15 skipper erano spariti per sempre tra le onde ed altre tre persone morirono nelle operazioni di soccorso. I quotidiani inglesi titolarono “Fastnet, la regata della morte”.

Da quel giorno sono passati più di quarant’anni, le previsioni meteo sono molto più accurate di allora e le 453 imbarcazioni iscritte a questa edizione della regata tecnologicamente più preparate ad affrontare il mare.

Sono 13 le classi in gara. L’esperto Giovanni Soldini sarà presente nella classe multiscafi, al timone di Maserati Multi 70 mentre nella classe Imoca torna in acqua il fiorentino Giancarlo Pedote, reduce dall’ottimo ottavo posto nella mitica Vandee Globe.

Lo Skipper toscano sarà al timone del suo Imoca 60 Prysmian Group insieme al co-skipper Martin Le Pape.

Gli equipaggi iscritti nella Classe Imoca sono 15 e Martin le Pape affiancherà Giancarlo Pedote anche nel prossimo novembre, quando si disputerà la Transat Jacques Vabre, traversata atlantica chiamata anche la Rotta del Caffè, che stavolta si presenterà in una veste rinnovata e con un nuovo percorso.

“Al di là dell'aspetto umano, avere scelto Martin come co-skipper per me significa anche continuare a progredire. È sempre interessante e costruttivo avere qualcuno con il quale confrontare i propri punti di vista e poter osservare altri modi di fare le cose. Confrontarsi con un altro navigatore permette di ampliare la propria visione ed arricchirsi vicendevolmente. Le nostre prime navigazioni sono andate molto bene e la Rolex Fastnet Race sarà una grande opportunità per entrare in sintonia anche in modalità regata nell’ottica di utilizzare al meglio la barca nella sua configurazione attuale. Sarà senza dubbio una grande prima avventura!” ha dichiarato il navigatore fiorentino, che poi ha continuato: “Affronteremo un percorso interessante: il campo di regata si presenta come un’andata e ritorno al faro del Fastnet, ma con dei passaggi particolarmente delicati tra i quali la traversata della Manica, la novità di questa edizione. Penso in particolare all’attraversamento di raz Blanchard, quella zona della Manica situata tra la punta ovest di Cap de la Hague e l’isola d’Aurigny, caratterizzata dalla terza corrente al contrario più forte al mondo, che può raggiungere anche gli otto nodi di velocità. Avremo sicuramente l’occasione di imparare molto sia sul piano della navigazione sia su quello umano e sportivo”.

Non solo obiettivi sportivi però. Giancarlo Pedote anche questa volta porta all’attenzione di tutti l’aspetto solidale e umanitario, con il progetto “1 click – 1 m”, a favore di Electriciens sans Frontieres.

Come nelle precedenti campagne attivate in occasione delle regate di Giancarlo Pedote, ad ogni click (like, condivisioni e commenti) sui post pubblicati sui profili Facebook e Instagram di Prysmian Ocean Racing, Prysmian Group donerà 1 metro di cavo per portare l’energia nei paesi in via di sviluppo.

In particolare, in occasione della Rolex Fastnet Race il progetto riguarda l’elettrificazione di un villaggio in Madagascar.

“L'energia è una leva formidabile per lo sviluppo umano ed economico. Senza accesso all'elettricità, è difficile ottenere cure mediche, accedere ad acque potabili, studiare, creare attività economiche, rendere più sicure le strade. Per soddisfare il fabbisogno energetico delle popolazioni mentre si lotta contro il cambiamento climatico, è fondamentale l'utilizzo di energie rinnovabili”, ha dichiarato Pedote, ricordando che sono necessari 1.300 metri di cavi per la realizzazione di questo progetto che prevede l'installazione di un impianto fotovoltaico con batterie di accumulo che fornirà elettricità a una scuola con alloggio per i docenti, una biblioteca, una infermeria ed un punto di ricarica collettivo.

Sarà possibile seguire la regata sul sito della Rolex Fastnet Race https://www.rolexfastnetrace.com/en/follow mentre la partenza sarà trasmessa in diretta alle ore 12,25 ora italiana, sulla sulla pagina Facebook di Giancarlo Pedote

E allora Buon Vento, Buon Vento a tutti

Marco Burchi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo e la ragazza erano appartati in auto nella zona delle Cascine. L'aggressore ha 25 anni ed è accusato di tentato omicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Toscani in TV