Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE15°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Cronaca martedì 20 febbraio 2024 ore 13:00

Si stacca il travertino, frammenti piombano in strada

Il luogo del distacco
Il luogo del distacco

Il distacco è avvenuto dal palazzo del Capitolo adiacente alla cattedrale di Grosseto. Intervento dei vigili del fuoco, zona transennata



GROSSETO — Si stacca il travertino dai travetti di sostegno alla copertura e frammenti piombano in strada: è successo ieri sera a Grosseto. La caduta è avvenuta dal palazzo del Capitolo adiacente alla cattedrale. La zona è stata interamente transennata e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco.

La curia, allertata della situazione, ha provveduto a far intervenire il proprio tecnico geometra Luca Guidi: è stato lui stamani a richiedere l'intervento dei vigili del fuoco che hanno effettuato controlli dei travetti lesionati tramite l'autoscala. 

L'obiettivo, ha fatto sapere la curia grossetana, è accelerare l'iter di messa in sicurezza, permettendo al Comune di attivare una procedura d'urgenza.

Il palazzo del Capitolo

Il palazzo del Capitolo

La storia del palazzo

Il palazzo del Capitolo della cattedrale è un edificio risalente alla fine degli anni '50 del '900. Fu realizzato su progetto dell'ingegner Ganelli richiamandosi, in parte, al precedente edificio che era stato distrutto dai bombardamenti del Novembre 1943.

L'area in precedenza era stata occupata da un edificio voluto dal canonico Antonio Cappelli (1868-1939) per allestirvi, sopra la sacrestia nuova del Duomo, con ingresso da piazza del Campanile (oggi piazza Innocenzo II), il Museo della cattedrale, inaugurato nel 1933. Nel frattempo, nel 1938, venne costruita la canonica del Duomo, in chiasso degli Zuavi.

Prospiciente il palazzo del Capitolo c'è palazzo Gigli, tra vicolo del Duomo e piazza Innocenzo II, che rappresenta un'altra importante testimonianza storica. Prende il nome dal canonico Ascanio Gigli, che lo acquistò nel 1883 per farne sede provvisoria del Seminario


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno