Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 23 gennaio 2020

Cronaca mercoledì 15 gennaio 2020 ore 10:20

Distributori di mangime per attirare i cinghiali

Tre dispositivi sequestri dalla polizia provinciale. Sui tratta di uno stratagemma non consentito per cacciare gli animali



GROSSETO — La polizia provinciale ha sequestrato tre i distributori automatici di granaglie utilizzati dai cacciatori per attirare i cinghiali. Uno stratagemma non consentito per attirare e cacciare gli animali.

“Ricordiamo che cacciare con questi stratagemmi, oltre ad essere eticamente sbagliato, è una condotta penalmente rilevante - spiegano il presidente Antonfrancesco Vivarelli Colonna ed il consigliere delegato Bruno Ceccherini -. Il continuo e abusivo foraggiamento dei cinghiali in determinati luoghi delle nostre campagne non è certo tollerabile.”

La polizia provinciale ha identificato due cacciatori, appartenenti a due distinte squadre di caccia al cinghiale, che si occupavano della manutenzione e della ricarica delle apparecchiature.

"Il foraggiamento abusivo dei cinghiali -sottolinea la Provincia- oltre ad essere sanzionato amministrativamente dalla Regione Toscana, dalla fine dell’anno 2015 riveste anche rilevanza penale. Per tale ragione i due cacciatori identificati, uno nella zona del Monte Argentario, l’altro nelle campagne di Scansano, oltre ad essere stati verbalizzati con una sanzione pecuniaria amministrativa, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Grosseto. I tre distributori automatici di mangime perfettamente funzionanti, due riconducibili ai soggetti denunciati, l’altro ad ignoti, sono stati posti sotto sequestro penale e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria".



Tag

Follia a Messina, la verticale senza protezioni sul pilone a 230 metri di altezza

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca