Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità giovedì 31 ottobre 2019 ore 17:00

I soci di CTT chiedono la proroga del servizio Tpl

Le società e i Comuni della Compagnia Toscana Trasporti chiedono alla Regione di non procedere con l'affidamento del servizio ad Autolinee Toscane



PISA — Nuova puntata dell'intricata vicenda nata intorno alla gara bandita dalla Regione per affidare a un unico gestore il servizio di trasporto pubblico locale in tutta la Toscana. La gara è stata vinta a suo tempo da Autolinee Toscane, società che fa capo al gruppo francese Ratp, ma l'altro concorrente in gara, il consorzio di imprese locali Mobit, non ha mai accettato il verdetto, dando vita a una lunghissima battaglia legale ancora non conclusa. 

Dopo che la Regione ha annunciato l'intenzione di procedere comunque con l'affidamento ad AT a partire dal 2020, Mobit ha presentato un nuovo ricorso e anche i 65 soci della CTT, la Compagnia Toscana Toscana trasporti di cui fanno parte Cap, Copit, Sgtm, Copt, Lucca Holding e una sessantina di Comuni delle province di Pisa, Pistoia e Lucca, hanno approvato un documento in cui chiedono alla Regione un'altra proroga del servizio così come viene gestito attualmente, al fine di "tutelarne la qualità".

Ecco qui sotto il documento integrale:

"L’assemblea dei soci di CTT NORD riunita il 31/10/2019:

1. approva e condivide l’attività sinora svolta dagli amministratori a tutela della continuità aziendale e dei valori societari;

2. invita gli amministratori a porre in essere tutte le azioni che riterranno necessarie per tutelare il patrimonio societario ed in particolare nello scongiurare che si possa arrivare alla liquidazione dell’azienda prima delle sentenze definitive su tutti i procedimenti attualmente in corso;

In questo senso:

3. auspica l’accoglimento dell’istanza cautelare presentata da MOBIT scarl per la sospensione del procedimento in atto posto dalla Regione con l’aggiudicazione definitiva in discussione il prossimo 6 novembre

4. Ritiene opportuno che tutti i soci si impegnino a sensibilizzare la Regione affinchè non si proceda a porre in essere atti che incidano anche potenzialmente sulla continuità aziendale fino alla definizione delle liti oggi pendenti avanti ai giudici amministrativi.

5. Ritenuta la proroga ormai inevitabile per tutelare la qualità del servizio, in particolare a metà dell’anno scolastico, ritiene, nell’interesse degli utenti del servizio, che l’azienda chieda una proroga dell’affidamento del servizio per almeno 6 mesi in modo che sia garantito un subentro non traumatico nella gestione e la possibilità di continuare ad effettuare investimenti anche nel corso del 2020".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno