Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:20 METEO:FIRENZE20°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 29 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Assalto a Capitol Hill, Cassidy Hutchinson: «Trump sapeva che i manifestanti erano armati»

Economia giovedì 12 febbraio 2015 ore 16:33

A luglio il governo diventa azionista di Mps

Il Tesoro entrerà nel capitale per effetto del pagamento degli interessi sui Monti Bond. In base al valore attuale dei titoli potrebbe avere l'11%



SIENA — Del prestito da 4 miliardi ricevuto da Mps attraverso i cosiddetti "Monti Bond", l'istituto senese ne ha già rimborsati 3 dopo l'aumento di capitale varato lo scorso anno. Nel 2014 gli interessi relativi al 2013, intorno ai 350 milioni, furono pagati con l'emissione di nuovi Monti-Bond subito riacquistati da Mps grazie ai proventi dell'aumento di capitale. Una deroga che, però, non è più presente da quest'anno sì che gli interessi relativi al 2014, pari a 243 milioni di euro, saranno in pagamento il prossimo primo luglio e verranno corrisposti al Tesoro in nuove azioni Mps "valutate a prezzi di mercato". 

Significa, insomma, che il numero di azioni ordinarie che saranno assegnate al Tesoro sarà determinato, sostanzialmente, in base al valore medio della capitalizzazione di Borsa del Monte dei Paschi nei 10 giorni precedenti la data del Cda della Banca che approva il bilancio 2014. Tradotto, se il pagamento avvenisse oggi la quota del Tesoro sarebbe superiore all'11% e viale XX settembre potrebbe essere in prospettiva il primo azionista di Mps.

Va però rilevato che il numero di azioni da dare al Tesoro dipenderà anche dal numero di titoli Mps in circolazione al momento della conversione, il primo luglio. Dunque considerando il prossimo aumento di capitale (con conseguente immissione di nuove azioni sul mercato), la quota del Tesoro in Mps potrebbe essere decisamente inferiore.

Ma oltre all'ingresso dello Stato nel capitale della banca, probabilmente entro l'anno, il Monte troverà comunque un partner per una aggregazione. "Ci siamo fatti il lifting e siamo pronti a sposarci, ora dobbiamo trovare lo sposo", dice all'agenzia Asca un manager di alto livello del gruppo dopo la presentazione dei conti di ieri, con un rosso nel 2014 di 5,3 miliardi. 

Quel che è certo è che da qui all'estate la compagine azionaria di Mps sarà destinata a cambiare ancora. Dalla Fondazione, ancora, non c'è un'indicazione sulla volontà o meno di sottoscrivere la propria quota di aumento. Invece dovrebbero sottoscrivere i pattisti di Btg Pactual e Fintech (rispettivamente titolari del 2 e del 4,5%), intenzionati a mantenere la partecipazione ancora per 2-3 anni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme per l'auto ribaltata fuori strada è scattato all'alba. Accorsi vigili del fuoco e sanitari. Per il conducente non c'è stato nulla da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca