comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:58 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Cronaca lunedì 22 febbraio 2016 ore 13:18

Un altro militare vittima dell'uranio impoverito

A pochi giorni dalla morte di Francesco Rosito, si è spento anche Mario Mele, maresciallo della Folgore di stanza a Livorno



LIVORNO — A pochi giorni dalla morte di Francesco Rosito, un altro militare ha perso la vita e per l'Osservatorio il decesso è stato causato da una leucemia "contratta a causa dell'esposizione all'uranio impoverito durante le missioni all'estero". Si tratta di Mario Mele, 59 anni, paracadutista della Folgore di Livorno, morto questa mattina nella sua casa di Cascina.

Ma gli anni Novanta e il 2000 Mele è stato in missione diverse volte: tra le destinazioni la Somalia, il Kosovo, l'Afghanistan, l'Iraq e l'Albania.

Secondo quanto riporta il sito congedatifolgore.com, Mele aveva in corso una causa di riconoscimento dei danni da contatto con uranio impoverito e sostanze cancerogene.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità