Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:21 METEO:FIRENZE23°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington

Cronaca mercoledì 23 agosto 2017 ore 15:41

Sgominata la banda dei baby rapinatori

Un altro arresto dei Carabinieri: è quello di un 17enne kosovaro ritenuto responsabile, assieme ad altri, di varie rapine compiute in centro



LUCCA — I Carabinieri di Lucca hanno arrestato quello che ritengono essere l'autore materiale, assieme ad un coetaneo già fermato lo scorso 17 agosto, di diverse rapine compiute nell'ultimo periodo nel centro storico di Lucca.

Si tratta di un kosovaro di soli 17 anni, che era in affidamento ad una comunità per minori. L'arresto è scattato in esecuzione di una ordinanza di applicazione della misura di custodia cautelare in carcere disposta dal tribunale per i minorenni di Firenze con le accuse di "Rapina aggravata in concorso e porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere".

I militari della stazione di Lucca hanno dato seguito alle indagini del nucleo operativo e radiomobile su un gruppo di minorenni stranieri responsabili di varie rapine aggravate commesse in città, raccogliendo altri elementi su colpi recenti avvenuti ad inizio agosto e commessi con lo stesso "modus operandi" dal 17enne in compagnia del complice già arrestato la scorsa settimana e che, sempre stamani, è stato trasferito all'istituto penale per minori di Bologna.

Il giovane kosovaro è stato invece portato a Roma, sempre in un istituto penitenziario per minorenni.

"Questi due nuovi provvedimenti a conclusione di indagini rapide - hanno spiegato i Carabinieri - ricostruiscono la quasi totalità delle rapine commesse dal gruppo e non ancora scoperte, le cui vittime, in alcuni casi, hanno denunciato i fatti in forte ritardo, complicando le nostre attività. E' importante invece - dicono ancora i militari - denunciare tempestivamente perchè il ritardo può compromettere il buon esito delle indagini."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno