Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:20 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità domenica 18 settembre 2022 ore 17:45

La corsa a sorpresa delle tartarughine verso il mare

La nascita delle tartarughine Caretta caretta
La nascita delle tartarughine Caretta caretta

I tentativi di nidificazione della Caretta Caretta all'Elba parevano falliti. Poi, all'alba, i bagnini hanno visto spuntare dalla sabbia una testolina



MARCIANA — I tentativi di nidificazione della Caretta Caretta all'Elba parevano falliti e ormai sull'isola ci si era messi l'animo in pace. Poi, stamani all'alba, sulla spiaggia di Sant'Andrea due bagnini hanno visto spuntare dalla sabbia una testolina. Poi un'altra. Una pinna, due pinne, il guscio: sì, da quel buco sotto a un lettino uscivano tartarughine che avviavano la loro corsa verso il mare.

E' stata una sorpresa, una notizia che il responsabile mare di Legambiente Toscana Umberto Mazzantini ha definito "non solo inaspettata ma addirittura inaspettabile". Invece eccoli lì, alle prese con la schiusa in un tratto di spiaggia - fa sapere la guardia costiera - ricadente nel Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Dopo queste prime tartarughine, si ipotizza che nei prossimi giorni altre nasceranno fino a un numero plausibilmente tra i 50 e i 100 esemplari. Dopo l'avvistamento tutti si sono mobilitati per proteggere il nido e i piccoli. Sul posto, insieme al personale della capitaneria di Portoferraio e dell'ufficio marittimo di Marciana Marina, sono accorsi 7 volontari di Legambiente che con i bagnini hanno messo in sicurezza dell’area attorno al nido, delimitandolo con pali in legno e rete ombreggiante.

Il personale della guardia costiera per agevolare il passaggio delle piccole tartarughe ha creato un corridoio disponendo lo spostamento di attrezzature balneari e natanti nel mare davanti al nido. Contattati anche l'Istituto zooprofilattico sperimentale e le università di Pisa e di Siena per l’attività di ricerca scientifica, per la successiva apertura del sito di nidificazione che si svolgerà nei prossimi giorni. Il sito continuerà ad essere vigilato e monitorato dai volontari di Legambiente per circa una settimana.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

A sorpresa nascono le tartarughe marine all'Elba
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 47 anni è deceduto in seguito all'investimento di un cinghiale sulle strade del Mugello, inutili i soccorsi da parte del personale del 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità