Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE20°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità lunedì 14 settembre 2015 ore 16:47

Morti Albegna, pm chiede di nuovo l'archiviazione

I tre dipendenti dell'Enel morirono dopo che la loro auto precipitò nella voragine apertasi nel ponte di Sant'Andrea a novembre del 2012



GROSSETO — Una prima richiesta di archiviazione era stata respinta nel novembre 2014 dal gip, che aveva anche ordinato l'iscrizione nel registro degli indagati di un dipendente della provincia di Grosseto e di uno dei responsabili della ditta che si occupava della manutenzione stradale. 

Il pm Alessandro Leopizzi, in base anche a nuovi accertamenti svolti, in particolare una nuova consulenza, quanto accadde in seguito all'alluvione che aveva colpito la zona sarebbe stato imprevedibile. 

In occasione della prima richiesta di archiviazione i legali delle famiglie di Paolo Bardelloni, Antonella Vanni e Maurizio Stella, i tre dipendenti dell'Enel morti, si erano opposti.

Sul fatto è intervenuta l'On. Marisa Nicchi di Sel: "Ancora una volta, in Italia nessuno paga i costi umani di una tragedia ambientale. In questa Italia degli impuniti e della speculazione urbanistica, tutti rimangono incolpevoli, innocenti, mentre le vittime diventano vittime due volte". "Il nostro pensiero - aggiunge Nicchi - va adesso ai familiari delle tre vittime", Antonella Vanni, Paolo Bardelloni e Maurizio Stella, che "ormai da quasi tre anni attendono risposte dopo questa tragedia. Risposte e speranze finora inattese, come se quel crollo fosse da imputare soltanto alla fatalità. Ci auspichiamo che sia fatta luce sulla vicenda, per evitare che, nell'Italia delle frane e dei crolli, possano ripetersi situazioni analoghe".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno