Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:FIRENZE12°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Treviso, incidente deltaplano: il video della tragedia

Attualità venerdì 15 gennaio 2021 ore 19:15

Ecco il nuovo Dpcm anti-Covid con lo stop alla movida

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici dalle 18. Impianti sciistici chiusi fino al 15 Febbraio, palestre e piscine fino al 5 Marzo



ROMA — Alla fine, crisi o non crisi di governo, ha prevalso il rigore. Il nuovo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte conferma tutte le restrizioni annunciate nei giorni scorsi, compresa il contestatissimo stop all'asporto per i bar privi di cuncina in funzione anti-movida. Questo il testo della norma specifica che, come tutto il decreto, entra in vigore domani, sabato 16 Gennaio fino al 5 Marzo:

- le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 fino alle ore 18; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; 

- dopo le ore 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico; resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze

- per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati) l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18

- le attività di cui al primo periodo restano consentite a condizione che le Regioni abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; detti protocolli o linee guida sono adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all'allegato 10; 

- continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente".

Per il resto, nel nuovo Dpcm è stata confermata la chiusura fino al 15 Febbraio degli impianti sciistici e quella di palestre, piscine, cinema e teatri almeno fino al 5 Marzo, anche se il Comitato tecnico scientifico sta esaminando i nuovi protocolli di sicurezza  disposti dal Ministero dello sport per la riapertura degli impianti sporitvi per gli allenamenti individuali almeno nelle regioni in zona gialla. Qualche novità potrebbe arrivare nel giro di pochi giorni.

Nei giorni festivi e prefstivi i negozi situati all'interno di centri commerciali devono restare chiusi a meno che non vendano beni di prima necessità (alimentari, farmacie e parafarmacie, edicole).

I musei potranno aprire dal lunedì al venerdì ma solo nelle regioni in zona gialla. Le scuole superiori dovranno garantire le lezioni in presenza dal 50%al 75% della popolazione studentesca sia in zona gialla che in zona arancione. Gli autobus del servizio di trasporto pubblico potranno viaggiare limitando i passeggeri al 50% del pieno carico.

Confermato anche il coprifuoco dalle 22 alle 5, parametri più restrittivi per il passaggi da una zona di rischio all'altra delle rrgioni e l’obbligo di indossare la mascherina e rispettare le distanze di sicurezza all’aperto e al chiuso.

Ricordiamo che il Dpcm integra le disposizioni contenute nel decreto-quadro emanato dal governo due giorni fa che ha prorogato fino al 30 Aprile lo stato di emergenza Covid e dettagliato le misure per gli spostamenti e le visite a parenti e amici in vigore dal 16 Gennaio. Fra i provvedimenti principali i confini regionali che restano chiusi fino al 15 Febbraio. Cancellati anche i weekend in zona arancione a livello nazionale. Per altre informazioni clicca qui:

https://www.toscanamedianews.it/stato-di-emergenza-e-spostamenti-decreto-approvat.htm

Qui sotto il testo integrale del nuovo Dpcm, scaricabile.

---

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una giovane donna alla guida di una motocicletta ha perso la vita nello scontro contro un'auto. Inutili i soccorsi del 118 arrivato sul posto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca