Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro la prima linea di Kherson, tra carri armati distrutti, morti e russi in fuga

Cronaca mercoledì 14 dicembre 2016 ore 15:53

"I medici dovevano usare il defibrillatore"

Piermario Morosini

E' questa la motivazione della sentenza di condanna dei tre medici coinvolti nella morte in campo del calciatore del Livorno



PESCARA — La tragedia di Piermario Morosini si consumò il 14 aprile 2012 al 29mo minuto del primo tempo della partita Pescara-Livorno: il giocatore si accasciò a terra e i soccorsi si rivelarono inutili. Per la morte di Morosini il medico del 118 Vito Molfese fu condannato a un anno di reclusione mentre i medici sociali delle due squadre di calcio, Manlio Porcellini e Ernesto Sabatini, a otto mesi.

Stando alle perizie degli esperti, Morosini fu colpito da "fibrillazione ventricolare indotta dalla cardiopatia aritmogena da cui era affetto e dallo sforzo fisico intenso". Negli minuti frenetici che fecero seguito al malore, il defibrillatore fu portato sul campo e posizionato accanto alla testa del calciatore. Ma nessuno lo utilizzò.

"Tutti i medici che hanno collaborato o si sono avvincendati nei primi soccorsi - si legge nelle motivazioni della sentenza - erano tenuti all'uso del fibrillatore. Poiché il Dae è uno strumento di facilissimo utilizzo, è del tutto evidente come il suo uso debba essere parte del necessario bagaglio professionale di qualsiasi medico, anche non specialisti. Quindi Porcellini, Sabatini e Molfese, intervenuti in soccorso di Morosini nei primi minuti dopo il malore, avrebbero dovuto, una volta effettuate le manovre prodromiche, procedere alla defibrillazione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La giovane soccorsa dal personale sanitario del 118 è stata trasferita con l'elicottero Pegaso all'ospedale delle Scotte di Siena, in codice rosso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità