Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Imprese & Professioni mercoledì 29 giugno 2022 ore 16:38

​Come raggiungere la Sardegna dalla Toscana

I collegamenti tra la Toscana e la Sardegna



ELBA — Ogni estate, milioni di turisti affollano la Sardegna desiderosi di conoscere le sue bellezze naturali. Da un lato, la selvaggia costa occidentale che si estende da Capo Spartivento fino a Capo Caccia, con lunghi tratti alti e frastagliati. Dall’altro lato, l’affascinante costa orientale che vede ricomprese le province di Cagliari, dell’Ogliastra, di Nuoro ed Olbia.

La costa orientale sarda è un continuo alternarsi di spiagge basse e dorate ad inaccessibili falesie a picco sul mare.

Raggiungere la Sardegna è semplicissimo e comodo grazie ai numerosi collegamenti con la penisola durante tutti i mesi dell’anno.

Dalla Toscana, regione che si trova a poche miglia di navigazione dall’isola sarda, è possibile raggiungere l’isola con una traversata di poche ore di traghetto, in quanto sono garantite partenze in diversi orari del giorno. Sia i cittadini residenti in Toscana che nei dintorni, ma anche tutti gli italiani che arrivano sulle coste toscane con la propria automobile possono concedersi alcuni giorni in uno dei posti più belli d’Italia e magari arricchire il proprio viaggio con una visita alle bellissime spiagge della costa toscana.

Di anno in anno, sembra crescere il numero di turisti italiani e stranieri che dimostrano un forte apprezzamento per la zona nord-orientale, a poca distanza da Olbia. Per chi risieda nel centro Italia, desideroso di un viaggio alla scoperta della Sardegna nord-orientale, c’è il traghetto veloce Livorno Olbia.

Per saperne di più, basta verificare gli orari del traghetto Livorno Olbia online, agevolando così la programmazione delle vacanze estive. 

La Costa Smeralda, tra sole, spiagge e tanto divertimento

La prima meraviglia del tour alla scoperta della Sardegna del Nord, si trova a circa 20 km dal porto di Olbia. Il riferimento implicito è alla Costa Smeralda, un’area di oltre 20 km che vanta spiagge caraibiche, delle calette naturali e delle suggestive insenature in cui a farla da padrone è la macchia mediterranea.

Un notevole contributo alla trasformazione della Costa Smeralda in un’area turistica, amata persino da star internazionali, lo diede sicuramente il principe Karim Aga Khan che, nel lontano 1962, fondò il Consorzio Costa Smeralda.

Senz’ombra di dubbio, il cuore della Costa Smeralda è rappresentato dal borgo marinaro di Porto Cervo. Qui, la natura e la mondanità hanno imparato a muoversi di pari passo.

Durante la visita di Porto Cervo, non può mai mancare una passeggiata serale tra i vicoletti del centro storico impreziositi da abitazioni caratteristiche, da boutique di lusso, dalle botteghe artigiane e da vari ristoranti stellati.

Ammirati i vicoletti del centro storico, ci si può poi dirigere verso Marina di Porto Cervo, un ampio complesso che congiunge il vecchio porto dei pescatori locali al moderno porto turistico, o fare una breve visita alla Chiesa di Stella Maris, progettata dall’architetto Michele Busiri Vinci.

Nelle vicinanze di Porto Cervo, si trovano alcune delle spiagge più belle della Sardegna: le celebri Grande Pevero e Piccolo Pevero, la Spiaggia del Principe dalla fine sabbia bianca, così ribattezzata in onore del principe Karim Aga Khan, e la suggestiva Cala Capriccioli con il suo lido di sabbia finissima racchiuso tra variopinte rocce granitiche.

L’Arcipelago della Maddalena, l’ideale per un’escursione con bagno rinfrescante

Durante il tour on the road che vede coinvolto il Nord della Sardegna, è d’obbligo una tappa dedicata all’Arcipelago della Maddalena situato difronte la Costa Smeralda.

Il Parco Naturale della Maddalenaè composto da sette isole maggiori (La Maddalena, Caprera, Budelli, Santo Stefano, Santa Maria, Spargi, Razzoli) e da 68 piccoli isolotti.

Quasi 180 km di costa dominati dalla natura incontaminata, da 50 specie di piante endemiche e da rare specie animali come la Pinna Nobilis. La flora e la fauna locale si possono osservare da vicino, portando a termine un’escursione nell’Arcipelago della Maddalena.

La Maddalena è molto probabilmente l’ideale per un percorso di trekking ma è anche occasione da non perdere per un bagno rinfrescante. La spiaggia simbolo della Maddalena è la Spiaggia Rosa così chiamata per l’inusuale colore della sabbia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vento fortissimo, sì, ma differente dalla tromba d'aria per il moto delle correnti e per gli effetti avversi che produce sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità