Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:17 METEO:FIRENZE11°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Imponente frana sulla Lecco-Ballabio, colpita un'auto e bloccata una galleria. Non ci sono feriti

Monitor Consiglio martedì 13 settembre 2022 ore 17:10 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Sanità: si assumono i precari ma resta la carenza del personale

Giovanni Galli
Giovanni Galli

"Bene le stabilizzazioni, ma le gravi e palesi lacune permangono”



FIRENZE — “Rileviamo positivamente - afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega e membro della Commissione Sanità - l’assunzione di un migliaio di precari che, quindi, verranno, finalmente, stabilizzati, ma con questa operazione sbandierata ai quattro venti, non si risolve minimamente la cronica e generalizzata carenza di personale.” 

“In pratica, infatti-prosegue il Consigliere-si assume chi sta già lavorando e quindi numericamente non cambia niente.” 

“Da tempo - precisa l’esponente leghista - stiamo invocando un deciso cambio di passo nella sanità regionale anche sul delicato tema occupazionale, ma chi amministra la Toscana pare totalmente sordo, sia ai nostri appelli che, cosa ancora più grave, a quelli degli addetti ai lavori.” 

“Di questo passo - sottolinea e conclude il rappresentante della Lega - si rischia, dunque, di non poter più offrire, nonostante il massimo impegno dei lavoratori, un’adeguata assistenza sanitaria; quando la coperta è corta, purtroppo, prima o poi, infatti, i nodi vengono drammaticamente al pettine…”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno