Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:09 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

Attualità venerdì 03 novembre 2023 ore 18:50

Frantoi più moderni, c'è il bando da 8,3 milioni

frantoio

I contributi saranno concessi a fondo perduto per sostituire o ammodernare con nuovi macchinari e tecnologie gli impianti esistenti



TOSCANA — Frantoi più moderni, con nuovi macchinari e tecnologie all'avanguardia per la sostenibilità ambientale: in Toscana si può grazie a un bando regionale attuativo del Pnrr che mette a disposizione 8.335.000 euro di contributi a fondo perduto per la sostituzione e l’ammodernamento dei frantoi oleari esistenti in Toscana.

Le erogazioni saranno destinate a favorire la sostituzione o l’ammodernamento dei frantoi esistenti anche attraverso l’introduzione di macchinari e tecnologie che migliorino le performance ambientali dell’attività di estrazione dell’olio extravergine di oliva. Il rinnovo degli impianti tecnologici è finalizzato anche al miglioramento della qualità degli olii e a un generale incremento della sostenibilità della filiera olivicolo-olearia.

“I frantoi oleari, che sono tra i simboli della Toscana, sono i protagonisti di uno degli interventi più rilevanti degli ultimi 20 anni”, spiega la vicepresidente della Regione Toscana e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi. “Questo bando, atteso e fondamentale per l’ammodernamento o il rinnovo totale dei frantoi, ha una duplice valenza: quella dell’innovazione e quella della sostenibilità ambientale". 

Presentare la domanda: chi, quando, come

Possono presentare domanda di accesso ai contributi aziende agricole e imprese agroindustriali, incluse le loro associazioni e cooperative, titolari di frantoi oleari aziende che effettuano estrazione di olio extravergine di oliva, iscritte nel Portale dell’olio di oliva del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (Sian), che hanno compilato il registro telematico di carico/scarico olio e che sono in possesso delle specifiche autorizzazioni ambientali richieste per lo svolgimento delle attività aziendali.

Le domande di aiuto potranno essere presentate dal 10 Novembre 2023 ed entro il 15 Gennaio 2024, tramite il sistema informativo del Sian.

Gli interventi finanziabili prevedono: 

  • ammodernamento/ampliamento di fabbricati nella misura strettamente necessaria all’introduzione di nuovi impianti e tecnologie e nel rispetto del principio DNSH
  • la sostituzione/ammodernamento degli impianti di lavorazione, stoccaggio e confezionamento dell’olio extravergine di oliva e dei relativi sottoprodotti/reflui di lavorazione, al fine di migliorare la performance ambientale soprattutto nella fase di produzione e gestione di sanse ed acque di vegetazione)

La domanda di saldo dovrà essere presentata entro il 31 Gennaio 2026. Il pagamento a saldo del contributo dovrà avvenire entro il 31 Maggio 2026).

L’intensità del sostegno è pari al 65% e pari all’80% per gli investimenti realizzati da parte dei giovani agricoltori, L’importo massimo del contributo va da un minimo di 30mila a un massimo di 600mila euro. 

Sarà possibile l’erogazione di un anticipo pari al 30% della spesa ammissibile, sulla base di apposita richiesta del beneficiario.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno