Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità mercoledì 16 agosto 2023 ore 19:15

Lavoro, per i disoccupati voucher di conciliazione e mobilità

La Regione Toscana ha aperto il bando con l'obiettivo di sostenere percorsi di ingresso e reinserimento lavorativo. Ecco i requisiti necessari



TOSCANA — Il via libera c'è già. Infatti a partire dal 10 Agosto è possibile presentare domanda per ottenere voucher di conciliazione e mobilità promossi dalla Regione Toscana. Il bando, pubblicato sul Burt, è destinato a donne e uomini disoccupati inseriti nei percorsi di politica attiva del nuovo Patto per il Lavoro o del Programma GOL (Garanzia Occupabilità Lavoratori, il nuovo programma di politiche attive del lavoro finanziato dal PNRR).

“Lo scopo è sostenere i percorsi di ingresso e di reinserimento lavorativo rispondendo ai bisogni di conciliazione vita-lavoro e di spostamento”, precisa l’assessora regionale alla formazione professionale, al lavoro e alle pari opportunità Alessandra Nardini.

L’avviso prevede il riconoscimento di misure di accompagnamento ai percorsi di politica attiva, volte a favorire la conciliazione vita-lavoro ed a supportare la mobilità geografica, la cui necessità è rilevata nel patto di servizio con i centri per l’impiego.

Sono destinatarie e destinatari dei voucher le disoccupate e i disoccupate iscritti a un Centro per l’Impiego della Toscana che hanno aderito alle misure di politica attiva previste nell’ambito del Programma GOL o del nuovo Patto per il Lavoro in possesso dei seguenti requisiti: residenti o domiciliati in Toscana con Isee non superiore a 35 mila euro; persone con responsabilità di cura nei confronti di figli/e minori di 13 anni, o familiari, parenti ed affini entro il secondo grado, in condizione di non autosufficienza e/o disabilità certificati ai sensi della normativa vigente.

Le misure volte a favorire la conciliazione vita-lavoro riguardano: voucher per l’acquisto di servizi di cura, intrattenimento, sostegno di figli/e minori di 13 anni (ad esempio, servizi per la prima infanzia, ludoteche, eccetera); voucher per l’acquisto di servizi di cura od assistenza per figli/e in condizione di disabilità o non autosufficienza certificate ai sensi della normativa vigente; voucher per l’acquisto di servizi di cura, assistenza ad altri familiari, parenti ed affini entro il secondo grado, anche non conviventi, in condizioni di non autosufficienza o disabilità certificate ai sensi della normativa vigente; contributi forfettari per spese di trasporto a supporto della frequenza di percorsi formativi o tirocini concordati nel patto di servizio con i Centri per l’Impiego o con soggetti accreditati ai servizi al lavoro. Il voucher per la mobilità è riconosciuto per l’utilizzo del mezzo di trasporto necessario, sia privato che pubblico, per il raggiungimento del luogo di erogazione della politica attiva concordata nel patto.

Il bando si inserisce nel progetto regionale GiovaniSì. Il testo integrale dell’avviso e le modalità di presentazione della domanda di partecipazione sono reperibili sul sito internet di ARTI (https://arti.toscana.it) o sul sito di GiovaniSì (https://giovanisi.it/).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno