Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE24°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Attualità lunedì 10 aprile 2023 ore 11:10

Frutti bruciati dalle gelate d'Aprile, allarme nei campi

Gli effetti delle gelate su una delle piante
Gli effetti delle gelate su una delle piante

Un mese di Marzo fra i più caldi dal 1800, poi il freddo a primavera: gran parte delle colture ne sono rimaste compromesse, kiwi in seria difficoltà



TOSCANA — Prima un mese di Marzo fra i più caldi dal 1800, con un'anomalia climatica di +1,13 gradi rispetto alla media di riferimento 1991-2020. Poi le gelate d'Aprile, col freddo che ha portato neve sui crinali a Pasqua regalando panorami inediti per la stagione. Nel mezzo le colture, con gli agricoltori a lanciare l'allarme specialmente per la frutta, kiwi in testa, i cui teneri germogli sono rimasti in gran parte bruciati dal brusco calo delle temperature.

"Era primavera quando doveva essere inverno. E’ inverno quando dovrebbe essere primavera. Non c’è più una stagione e l’incubo degli agricoltori alla fine si materializza", afferma Coldiretti Toscana. 

A rimanere danneggiati sono stati specialmente i kiwi in Mugello, nel territorio di Marradi al confine fra Toscana ed Emilia-Romagna dove è compromesso l'80% della produzione, ma anche i piccoli fiori di pesche e susine. L'agenzia regionale Artea ha già aperto la procedura di segnalazione dei danni da parte delle aziende agricole, ed è stato avviato un monitoraggio diretto per fare il punto della situazione da parte della stessa Coldiretti. Da lì si capirà se sarà possibile chiedere l'attivazione di misuredi compensazioni in deroga per calamità climatiche. 

Resta l'atipicità climatica che manda in tilt fioriture e gemme: "Il caldo anomalo di questi mesi con temperature di 1,21 gradi superiori alla media storica aveva fatto risvegliare in grande anticipo molte varietà di piante ed alberi da frutto che ora si ritrovano in una condizione di grande fragilità".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno