comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:00 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 21 ottobre 2020
corriere tv
Coprifuoco in Lombardia, la rabbia dei ristoratori: il video della protesta

Sport lunedì 28 settembre 2020 ore 11:00

Calcio, non solo Fiorentina in A: ecco gli obiettivi di Pisa ed Empoli in Serie B

Il calcio professionistico toscano è pronto a ripartire in vista della prossima stagione



FIRENZE — Il calcio professionistico toscano è pronto a ripartire in vista della prossima stagione. Portabandiera in Serie A dei colori regionali è la Fiorentina che dopo gli alti e bassi dell’ultimo campionato, è impegnata nella costruzione di una squadra che possa competere con le grandi della Serie A.

In questo senso, la dirigenza viola punta alla riconferma di Federico Chiesa, il figlio d’arte (il padre Enrico è stato attaccante di Siena, Lazio, Fiorentina e Parma con oltre 500 presenze tra i professionisti) e gioiellino della finestra corrente di calciomercato in Italia, richiesto da quasi tutte le big del massimo campionato tricolore e anche dalle migliori squadre della Premier League. Prossimo a vestire il viola fiorentino, tra i vari, sarà anche Jack Bonaventura che ha scelto proprio la piazza di Firenze per rilanciarsi in Serie A, dopo aver ormai esaurito un ciclo di sei stagioni con la maglia del Milan.

Oltre all’ambiziosa Fiorentina del patron Rocco Commisso in A, fino a qualche mese fa la Toscana aveva presentato ai nastri di partenza del torneo cadetto ben tre formazioni, tutte allestite per portare a termine un campionato che non fosse di mera presenza. Come noto, però, la Serie B è una competizione assai lunga e molto difficile da affrontare, dove non esistono squadre cuscinetto, né corazzate dal concentrato tecnico di gran lunga superiore alle concorrenti. Ed in virtù di questo meccanismo, a farne le spese è stato il Livorno che lo scorso anno è stato retrocesso in Serie C dopo aver concluso il campionato all’ultima posizione della classifica.

A rappresentare la Toscana in Serie B quest’anno saranno Pisa ed Empoli, due squadre che in passato hanno già avuto confidenza con il palcoscenico del grande calcio nazionale. L’attenzione del pubblico per la Cadetteria in regione resta molto alta, così come è molto passionale il rapporto che lega il territorio toscano allo sport più diffuso al mondo. Un esempio su tutti è la neonata Nazionale dell’Isola d’Elba, formazione nata quasi per gioco che però si è guadagnata il diritto ad associarsi alla lega delle squadre indipendenti del mondo.

Tornando a parlare di serie minori, grazie anche all’interesse mostrato dagli operatori sportivi che si occupano della Serie B, come fa Betway, tantissimi tifosi hanno la possibilità di seguire a distanza, giorno dopo giorno, le vicissitudini di Pisa ed Empoli, così come delle altre squadre del cuore di quello che è stato ribattezzato come “il campionato degli italiani”.

Gli azzurri di Alessio Dionisi (proveniente dal Venezia dove ha assicurato ai lagunari la salvezza nell’ultimo torneo di Serie B) sono già al lavoro per la preparazione della prossima stagione. L’obiettivo è quello di centrare nuovamente i playoff, stavolta si spera con maggiori fortune rispetto a quanto accaduto ad inizio agosto a Verona contro il Chievo. Gli uomini mercato dell’Empoli sono a caccia di un almeno due pedine da inserire sulla fascia sinistra della rosa a disposizione di Dionisi; con buona probabilità arriverà anche un centrale oltre al terzino in difesa. Dalla trequarti in avanti, la formazione azzurra necessiterebbe di almeno una mezzala e un attaccante che possa garantire al gruppo maggiore continuità in vista della difficile e lunga campagna in Serie B. Il nome di Liam Henderson, che ha già giocato pochi mesi ad Empoli in prestito dal Verona, potrebbe ritornare di moda mentre, in attacco, si ripartirà dalla coppia formata da Andrea La Mantia e Leonardo Mancuso (due degli acquisiti più onerosi della società negli ultimi anni), ai quali di certo verrà aggiunto anche un terzo nome d’esperienza capace di poter far rifiatare le due punte azzurre.

Da Empoli, idealmente attraversando la Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI, ci trasferiamo in quel di Pisa dove, in vista dell’inizio della prossima stagione, si ripartirà dalla figura del carismatico allenatore Luca D’Angelo e dall’obiettivo playoff, traguardo solamente accarezzato (a causa della classifica avulsa) nell’anno del ritorno tra i cadetti.

Il patron Giovanni Corrado ha intenzione di alzare l’asticella, tenendo fede alla sua ambizione di voler primeggiare tra le protagoniste della Serie B, tuttavia senza strafare in ottica mercato dove la coperta, rimanendo corta (come accade a quasi tutte le società cadette), non permette di fare voli pindarici. Quel che è certo è che il campionato del Pisa sarà improntato alla concretezza, così come predica da sempre il suo tecnico D’Angelo.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità