Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:55 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Imprese & Professioni venerdì 01 maggio 2020 ore 09:05

Ritorno al lavoro: in Toscana molti si stanno già organizzando

Quello che stiamo attraversando è senza dubbio un momento difficile e con l’ultimo DPCM che entrerà in vigore ufficialmente il 4 maggio 2020 le cose non andranno granché migliorando



TOSCANA — Sono tantissimi gli italiani che speravano in un via libera da parte del Presidente del Consiglio, ma così non è stato e il discorso di Giuseppe Conte è stato molto chiaro. La maggior parte dei negozi e delle attività imprenditoriali dovrà attendere ancora per la riapertura, perché la fase 2 dell’emergenza Covid-19 sarà sostanzialmente uguale alla precedente.

In Toscana, così come in gran parte del resto d’Italia, il Presidente della Regione ha scelto di allinearsi a quelle che sono le disposizioni del DPCM nonostante siano molti i professionisti e gli imprenditori che chiedono di allenare le restrizioni. Non rimane quindi che organizzarsi, in modo da essere pronti a partire a pieno regime non appena sarà concesso. È proprio questo che stanno facendo moltissimi imprenditori toscani, che stanno acquistando tutto il necessario in vista della riapertura.

In aumento le vendite di prodotti di cancelleria

Non è certo un caso se negli ultimi giorni si è assistito ad un aumento delle vendite dei prodotti di cancelleria, necessari negli uffici così come nelle scuole. Dalla carta per stampanti alle cartellette portadocumenti, dalle penne a tutti gli altri accessori gli approvvigionamenti sono sempre più frequenti. Con la riapertura delle cartolerie, avvenuta anche in Toscana ormai più di due settimane fa, in molti ne hanno approfittato per organizzarsi da questo punto di vista. Altri hanno preferito rivolgersi ai siti online ma si sa, le penne non scrivono tutte uguale così come alcuni strumenti si devono vedere dal vivo. C’è quindi chi preferisce acquistare il materiale personalmente in negozio e chi invece, forse anche per il timore di esporsi troppo, opta per gli ordini dagli e-commerce. In tutti i casi comunque la tendenza è questa ed è un chiaro segno che qualcosa sta ricominciando a muoversi e che in moltissimi non vedono l’ora di riaprire.

La corsa all’acquisto dei dispositivi di protezione

Nelle ultime settimane stiamo assistendo, in Toscana come nel resto d’Italia, ad una vera e propria corsa all’acquisto di dispositivi di protezione. Il Presidente della Regione aveva già anticipato in qualche modo i tempi, imponendo alle cartolerie e ai negozi di abbigliamento per bambini di dotarsi di tutto il necessario per riaprire in modo sicuro. Certo è che mascherine, guanti, igienizzanti per le mani non sono facilissimi da reperire e diversi imprenditori sono ancora in attesa di queste dotazioni.

Senza tutti i dispositivi di protezione individuale nessuno sarà nelle condizioni di riaprire e questo ormai è chiaro. Lo ha dichiarato senza giri di parole anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e in vista di una prossima ripartenza si sono tutti attivati per organizzarsi al meglio anche da questo punto di vista.

Per il momento dunque poco cambierà nella fase 2 dell’emergenza, ma il fermento e la voglia di ricominciare a lavorare si avverte in tutti i settori e queste tendenze ne sono la dimostrazione lampante. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo e la ragazza erano appartati in auto nella zona delle Cascine. L'aggressore ha 25 anni ed è accusato di tentato omicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità