Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Cronaca venerdì 10 luglio 2015 ore 18:11

Via tutto il personale dalla clinica degli orrori

La decisione è stata presa dalla vicecommissaria dell'Asl di Prato dopo la scoperta degli abusi inflitti ai pazienti della casa di cura Narnali



PRATO — Dopo la girandola di denunce di questa mattina, con la procura di prato che ha sospeso dal pubblico servizio 9 operatori socio sanitari della clinica e iscritto nel registro degli indagati 17 persone in tutto, ecco i durissimi provvedimenti presi dai vertici dell'Asl 4 di Prato.

Per prima cosa l'azienda sanitaria ha rescisso il contratto che la legava alla cooperativa che forniva il personale all'interno della casa di cura Narnali, dopodiché ha sospeso i suoi 3 dipendenti coinvolti nell'inchiesta.

“Sono costernata e profondamente toccata dalla incresciosa vicenda avvenuta nella struttura di Narnali – ha detto il Vicecommissario dell’Azienda Sanitaria 4, dottoressa Simona Carli – mi scuso personalmente ed a nome di tutta l’Azienda con gli ospiti della struttura ed i loro familiari ai quali garantisco il pieno impegno nell'adottare tutti i provvedimenti necessari per la loro tutela. Fin dall'inizio delle indagini avviate dall'Autorità inquirente abbiamo collaborato fattivamente. Ci sono operatori che lavorano nella struttura con dedizione, passione ed amore – continua Carli – ma ritengo doveroso ed opportuno, sia per il personale non coinvolto nella vicenda che per i pazienti e loro familiari di provvedere alla sostituzione di tutto il personale infermieristico e sociale in servizio presso la RSA. Incrementeremo il numero di unità di personale e garantiremo le funzioni di coordinamento e controllo con figure professionali apicali”.

Chi invece si è spinto a chiedere le dimissioni dei vertici dell'Asl 4 è Giovanni Donzelli, consigliere regionale di Fratelli d'Italia.

"Altro che scuse - ha tuonato Donzelli -: il direttore della Asl di Prato Simona Carli deve andare a casa immediatamente". 

"Di fronte alle immagini diffuse - ha proseguito il consigliere regionale - non si può che rimanere sconcertati. Rimaniamo però sbigottiti che questi fatti siano accaduti per lungo tempo senza che nessuno abbia fatto qualcosa per fermare gli abusi. Amministrare la sanità è una cosa seria fra buchi di bilancio, liste d'attesa interminabili, ticket alle stelle adesso mancava pure questa terribile vicenda a chiudere il cerchio su una gestione a dir poco fallimentare". 

Per questo Donzelli ha annunciato una serie di interrogazioni sulla vicenda delle violenze  alla Narnali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno