Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°16° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 21 ottobre 2019

Attualità martedì 17 giugno 2014 ore 19:43

Corporacion America sale al 52,3% di Sat

Opa aperta ancora per 5 giorni a tutela dei soci minori dell'aeroporto pisano perchè l'obiettivo minimo è stato raggiunto solo a 24 ore dalla chiusura



PISA — Si tratta di una regola prevista dalla normativa vigente. I giorni di proroga dell'apertura saranno il 25, 26, 27, 30 giugno e 1°luglio 2014 (giorni di apertura della borsa).

La comunicazione ufficiale dei risultati provvisori dell'opa su Sat lanciata da Corporacion America è arrivata nel tardo pomeriggio di oggi: nelle ultime 24 ore la quota delle azioni dell'aeroporto Galilei controllata dal gruppo argentino è cresciuta ulteriormente fino al 52,342%.  Grazie all'Opa il gruppo ha acquisito complessivamente il 34,36% delle azioni oggetto dell'offerta, per un controvalore di 34 milioni e 983.000 euro.

Ancora non  è ufficiale l'elenco dei soci di Sat che ha aderito all'opa ma, a parte la Regione Toscana - che ha venduto  l'11,09% delle proprie azioni mantenendone il 5% - ci sarebbe la Provincia di Livorno.

Coporacion America controlla già con Sogim il 61% di Adf, la società che gestisce l'aeroporto di Firenze, e quindi con la conclusione dell'operazione su Sat ha raggiunto l'obiettivo di diventare il socio di maggioranza dei due aeroporti toscani principali, Galilei e Vespucci.

“Sono finalmente mature le condizioni per iniziare a lavorare alla concreta creazione del Sistema Aeroportuale Toscano - ha commentato il presidente di Corporacion America, Roberto Naldi - Il piano industriale sarà sviluppato dal management di Sat e Adf con la collaborazione di Corporacion America''. ''Il piano dovrà saper valorizzare le potenzialità e le vocazioni naturali dei due scali - ha ribadito Naldi - al fine di giungere alla nascita di uno dei principali poli aeroportuali del Paese in grado di dotare la Toscana di un network di connessioni nazionali e internazionali di primario livello. Corporacion America apporterà tutta la propria expertise in qualità di leader del settore per la realizzazione di questi obiettivi”.

Se sul piano industriale la situazione sembra volgere a favore dei piani del governatore Enrico Rossi, da sempre favorevole all'integrazione dei due scali e al ruolo strategico del partner privato, resta incandescente il fronte politico. Il 27 giugno è attesa la sentenza del Tar sul ricorso contro la vendita delle azioni della Regione a Corporacion America, presentato dal sindaco di Pisa Marco Filippeschi. E mancano pochi giorni alla discussione finale in consiglio regionale sulla variante al Pit che darà il via libera al potenziamento dell'aeroporto di Firenze (e alla costruzione di una nuova pista di 2000 metri), in programma per il primo luglio.

''Senza dibattito politico Corporacion America ha la maggioranza nei due scali toscani - ha commentato il consigliere regionale di Sel Mauro Romanelli, contrario alla privatizzazione dei due aeroporti - E' un errore nel metodo e nel merito che non potrà non incidere sui rapporti di maggioranza in Regione Toscana''.



Tag

Italia Viva, Renzi: «Non faremo l'alleanza con M5S»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca