Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Attualità giovedì 28 maggio 2015 ore 16:42

Aeroporti, ecco come cambierà il Galilei

Presentato il progetto per l'ampliamento dello scalo pisano che aumenterà del 38% la superficie: è la prima parte di un piano da 60 milioni di euro



PISA — Il numero di gate passerà da 13 a 16, i varchi per i controlli di sicurezza da 8 a 11 e la superficie coperta dalle aree commerciali quasi raddoppierà arrivando a 21 mila metri quadrati. Questo perché l'intero aeroporto passerà dagli attuali 29.800 metri quadrati a 41.000. 

Numeri che sono illustrati stamattina davanti allo stato maggiore di quella che tra pochi giorni diventerà Toscana Aeroporti, la società nata dalla fusione tra Sat, gestore dello scalo pisano, e Adf, che controlla l'aeroporto di Firenze.

Da Roberto Naldi, presidente di Corporacion America Italia e socio di maggioranza della futura società, a Enrico Rossi, governatore della Regione, dal sindaco di Pisa, Marco Filippeschi Roberto Vergari, direttore centrale Infrastrutture Aeroporti Spazio Aereo di ENAC. Oltre ovviamente a Gina Giani, attuale Amministratore delegato di Sat e a Marco Carrai, presidente di Adf: coloro cioè che guideranno la futura società.

Il progetto di ampliamento del Galilei è solo la prima parte di un piano più ampio: già con queste modifiche, che costeranno 33,7 milioni di euro, lo scalo potrà accogliere fino a 6,5 milioni di passeggeri. Ma l'obiettivo finale sono le 7/8 milioni di persone in transito da Pisa, che sono poi il motivo per cui si è deciso di unificare le società di gestione dei due scali toscani che arriveranno a "muovere" 11 milioni di passeggeri in tutto.

Per questo ulteriore passo serviranno altri 26,3 milioni di euro.

In questa prima fase, invece, verrà migliorato il rapporto tra lo spazio del piazzale per gli aeromobili e quello del terminal, in modo da poter gestire contemporaneamente due voli intercontinentali, ampliando l'area dei nastri bagagli e modificando i percorsi che dovranno seguire i passeggeri verso i gate.

"Abbiamo voluto imprimere una decisa accelerazione rispetto al progetto originario per dotare fin da subito Pisa di un Terminal capace di accogliere fino a un massimo di 6,5 milioni di passeggeri annui alla luce della continua crescita registrata negli ultimi anni e delle ulteriori prospettive che il sistema aeroportuale toscano offrirà in futuro - ha detto il presidente di Corporacion America, Roberto Naldi - . Il progetto presentato oggi è la migliore risposta ai detrattori che hanno criticato la fusione tra l’Aeroporto di Pisa e quello di Firenze sostenendo che quest’ultimo avrebbe drenato risorse allo sviluppo del Galilei".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono scattate ricerche a tappeto per ritrovare un uomo di cui non si ha più notizia. In campo vigili del fuoco e volontari, unità cinofile e droni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità