Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 3° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 14 dicembre 2019

Attualità venerdì 31 luglio 2015 ore 17:52

Anas e Regione al lavoro tra Grosseto e Firenze

Nel 2015 arriveranno 237 milioni per completare il tratto tra Siena e la Maremma e 20 per la manutenzione della Siena-Firenze. Ma non è finita qui



FIRENZE — L'assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli ha fatto il punto degli interventi con il dirigente delle infrastrutture di Anas, Antonio Mazzeo, sulle opere strategiche da finanziare entro l'anno.

Prima fra tutte la Due Mari, che poi significa completare il raddoppio della corsia tra Siena e Grosseto: al momento gli operai stanno lavorando sui lotti 4 e 9, all'altezza delle terme di Petriolo. Anas ha confermato i 237 milioni previsti dall'accordo di programma per il 2015, mentre altri 20 milioni serviranno per proseguire nella manutenzione della Siena-Firenze.

Nel piano di investimenti per il 2015 sono previsti anche 10 milioni per la realizzazione del nuovo ponte sull'Aurelia all'altezza di Albinia. In questo modo si potrà procedere alla messa in sicurezza dal dissesto idraulico sia l 'intera zona che la linea ferroviaria che corre parallela all'Aurelia.

Ed eccoci poi agli interventi futuri: per quanto concerne gli assi viari di Lucca, il progetto preliminare è stato inviato al Ministero delle Infrastrutture per il successivo inoltro al CIPE per l'approvazione.

L'Anas provvederà poi a progettare la variante di Rufina sulla SS 67,  e saranno anche appaltati i lavori per la piazzola di sosta per i mezzi pesanti, presso il casello di Arezzo.

"L'incontro è stato positivo – ha detto l'assessore Ceccarelli – e ha consentito di mettere a fuoco interventi importanti per il sistema infrastrutturale della Toscana, previsti nel Piano regionale delle infrastrutture e della mobilità. Con l'Anas stiamo lavorando per sciogliere alcuni nodi per noi strategici e oggi abbiamo avuto risposte che ci incoraggiano ad andare avanti nel rispetto dei programmi condivisi".



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca