Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:30 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini ai suoi: «Chiederò per la Lega il ministero della famiglia e della natalità»

Cronaca lunedì 07 marzo 2022 ore 14:25

Al lupo, gregge attaccato 4 volte in 7 giorni

Una pecora uccisa dai lupi

L'emergenza predatori attanaglia il Grossetano dove si susseguono le mattanze di ovini, con stragi di capi a ripetizione. Allevatori allo stremo



PROVINCIA DI GROSSETO — A Manciano, il gregge di Carmelo Masala conta oltre 3.000 capi. Ebbene: è stato attaccato 4 volte solo nell’ultima settimana. E' sempre più emergenza predatori nelle campagne del Grossetano, a livello regionale quello più colpito dal fenomeno da cui arrivano i due terzi delle denunce di predazioni risarcite dalla Regione Toscana negli ultimi 6 anni con oltre 1,8 milioni di indennizzi.

Dati e storie arrivano da Coldiretti Grosseto e gli allevatori sono allo stremo. Per l'azienda di Manciano, triste caso di scuola, il costo della presenza fuori controllo dei predatori è pesantissimo con una media di 100-120 capi uccisi ogni anno. Lo scorso Maggio, in un colpo solo, un branco di predatori sbranò 74 capi.

“L’unica soluzione è chiudere tutto", è lo sgomento di Masala. "Non è più possibile andare avanti così. Non vogliamo gli indennizzi ma lavorare tranquilli”, afferma. Sul posto è arrivato il direttore di Coldiretti Grosseto, Milena Sanna: “La situazione è fuori controllo", ammette. E aggiunge: "Sta montando una rabbia che non ha precedenti. Recinzioni e cani da guardia non sono sufficienti per proteggere i greggi. Il numero di predatori è oltre la sostenibilità".

“Le predazioni sono la principale causa della chiusura di molti allevamenti ovini nel Grossetano. Gli attacchi continui, ripetuti, anche di giorno, stanno sbranando un pezzo alla volta la nostra zootecnia. La rabbia degli allevatori è sacro santa", sottolinea Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Toscana e delegato confederale per Grosseto.

"Ciò che chiediamo è di intervenire per ridurre la popolazione ormai fuori controllo di canidi ed ibridi che dominano nelle nostre campagne e fanno razzie negli allevamenti", conclude. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente, 37 anni, ha riportato un brutto trauma cranico ed è stato soccorso in codice rosso per poi essere trasportato d'urgenza in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca