Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Diana, l'arbitro vittima di revenge porn: «Sui social i miei video privati, è un porcile, aiutatemi»

Attualità mercoledì 02 agosto 2017 ore 17:42

Lucifero tremendo anche con gli animali

Il sole di questi giorni stressa anche gli animali

Mucche che producono meno latte, cani e gatti esposti a malesseri, ma anche maiali e api: tutti ostaggio del caldo torrido nell'intera penisola



ROMA — Nelle case quanto nei pollai, nei pascoli d'alpeggio quanto negli alveari, per non dire nelle stalle dove le mucche producono il 20 per cento di latte in meno: anche gli animali sono tutti ostaggi di questa ondata di caldo portata da questo Lucifero pigliatutto, compreso il benessere dei non umani.

A richiamare l'attenzione sullo stress provocato dalle alte temperature agli animali è Coldiretti, che invita a seguire anche gli animali domestici, dato che cani e gatti sono altamente esposti a colpi di calore che per loro possono essere fatali. Motivo per cui, ricorda l'associazione, "è molto importante fare in modo che stiano sempre al riparo dal sole e in luoghi ben areati. Se necessario, installare sistemi di ventilazione supplementari, ma soprattutto garantire sempre dell'acqua e non lasciarli mai soli nelle automobili al chiuso".

Se nelle case si piange, nelle stalle non si ride. La siccità degli ultimi mesi, oltre ad aver reso necessario il supporto delle autobotti per abbeverare gli animali, fa mancare il foraggio e prati e pascoli letteralmente a secco fiaccano mandrie e greggi già stressati dalle temperature.

Difficoltà si registrano a macchia di leopardo lungo tutta la penisola, dagli alpeggi in Piemonte fino alla pianura padana, alle aree colpite dal terremoto dove molti animali sono ancora 'sfollati' e la produzione di fieno è praticamente dimezzata. 

A soffrire sono anche i maiali, che mangiano meno, mentre le api, considerate un indicatore dello stato di salute della natura, per il caldo volano meno e tendono a rimanere a terra senza riuscire più a prendere il polline. Nei pollai, infine, si registra un calo fra il 5 e il 10 per cento nella deposizione delle uova.

Monica Nocciolini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Prefettura ha diramato la foto di Matteo Della Longa, 48 anni, di cui non si hanno più notizie dalla serata di lunedì
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Lavoro

Attualità