Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Achille Lauro vestito da sposa bacia Boss Doms e duetta con Fiorello

Attualità sabato 24 ottobre 2020 ore 10:04

Covid, positive addette alla lavanderia di una rsa

I controlli sui dipendenti della struttura hanno evidenziato due casi di Covid-19. Messe in atto procedure contro la diffusione del contagio



AREZZO — Sono risultate positive al Covid due addette alla lavanderia della casa di riposo Fossombroni di Arezzo. Tutti i dipendenti dello storico istituto cittadino, infatti, sono stati sottoposti a controlli per monitorare il virus e, dai risultati dei sessantadue tamponi effettuati, due hanno evidenziato la presenza di contagio.

I due casi, di cui uno a bassa carica virale, non sono stati a contatto diretto con i residenti e per cui sono state già attivate le adeguate procedure di isolamento domiciliare, mentre i locali dove erano impegnate sono stati immediatamente sanificati.

La casa di riposo aveva già attivato tutte le necessarie misure anti-contagio e, a seguito dell’individuazione dei due casi di positività, ha messo in atto procedure di ulteriore compartimentazione dei vari moduli assistenziali per evitare la diffusione all’interno della struttura. Al momento, comunque, tutti gli ospiti risultano asintomatici.

"La direzione della Casa di Riposo “V. Fossombroni” e il personale - commenta Maria Paola Petruccioli, già presidente in attesa del passaggio di consegne - si stanno distinguendo per professionalità, impegno e attenzione, facendo quanto previsto per la prevenzione del contagio e rispettando le precauzioni. I controlli effettuati quotidianamente, comunque, potrebbero non essere sufficienti perché gli operatori hanno contatti con l’esterno, dunque è necessario che le istituzioni prevedano nuove misure per un monitoraggio più incisivo nei confronti del personale che entra e che esce dalla struttura, con l’esecuzione di tamponi più frequenti e rapidi nel risultato. É necessario inoltre un più forte sostegno alle Rsa, prevedendo la messa a disposizione di personale qualificato e un contributo economico concreto per consentire alle aziende di affrontare le spese determinate dall’emergenza e la perdita di posti letto messi a disposizione per trattare eventuali positività".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità