Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:02 METEO:FIRENZE21°34°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 01 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Wimbledon, Sonego show contro Gaston: è suo il punto più bello della giornata

Politica giovedì 12 marzo 2015 ore 13:00

Berlusconi boccia Lamioni: il candidato è un rebus

La scelta dell'aspirante governatore in Toscana spetterà direttamente all'ex Cavaliere: corsa a 5 ma l'ipotesi dell'esponente Ncd pare tramontata



FIRENZE — Tutto (ancora) in alto mare. Con quella che pareva essere l'unica certezza destinata a tramutarsi invece nell'ennesimo nulla di fatto.

Forza Italia non ha ancora sciolto le riserve sul candidato presidente di Regione e attende ora il pronunciamento diretto di Silvio Berlusconi, tornato ieri alla sua piena agibilità politica. E proprio l'ex Cavaliere sarebbe l'artefice del "no" a Giovanni Lamioni, la scelta che era stata fatta dal coordinatore toscano Massimo Parisi in virtù dell'accordo con Ncd. Il presidente della Camera di commercio di Grosseto non entusiasma il leader azzurro e così sul suo tavolo sarebbe arrivata una nuova rosa di nomi tra cui poter scegliere. Con l'obiettivo, visti anche i sondaggi che danno Forza Italia al minimo storico nella regione sull'orlo del 10%, di cercare se possibile di allargare l'alleanza alle altre forse del centrodestra (Lega su tutti, ma anche Fratelli d'Italia) destinate altrimenti a correre da sole.

Secondo quanto emerso finora, le alternative a Lamioni proposte a Berlusconi sarebbero così Giorgio Silli (coordinatore pratese ed ex assessore all'immigrazione della giunta Cenni), Marco Stella (ex candidato a sindaco nel Comune di Firenze e attuale capogruppo azzurro in Palazzo Vecchio), Massimo Mallegni (ex sindaco di Pietrasanta) oppure Tommaso Villa (consigliere regionale uscente e finora candidato all'unico posto del listino regionale) nell'ottica di una eventuale, ancorché assai difficile, riconciliazione con la Lega.

Una ipotesi, quest'ultima, che il candidato del Carroccio Claudio Borghi bolla come "fantascienza" sostenendo che, anche in caso di eventuale alleanza con Forza Italia, spetterebbe proprio alla Lega la scelta del candidato in virtù di rapporti di forza che a oggi li vedrebbero accreditati di un consenso maggiore rispetto al partito azzurro. Una sorta di "autocandidatura", insomma, come leader del centrodestra toscano in nome din un "anti-renzismo che dopo la rottura del Patto del Nazareno potrebbe sposare anche Forza Italia". 

A Silvio Berlusconi l'ultima parola.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il pauroso incidente ha coinvolto due moto durante le prove libere pre gara di Coppa Italia. Un altro pilota è in condizioni gravi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca