Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:12 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 28 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Biden fa la terza dose del vaccino Pfizer in diretta tv

Lavoro martedì 13 luglio 2021 ore 17:20

Anche i vertici di Gkn al tavolo di crisi

I lavoratori Gkn in presidio
I lavoratori Gkn in presidio

Licenziamento di 422 persone e chiusura dello stabilimento di Campi Bisenzio. Giovedì in prefettura incontro con la viceministra Todde e i sindacati



CAMPI BISENZIO — Dopo aver definito "inaccettabile" il comportamento dell'azienda Gkn Driveline Firenze, che ha licenziato 422 dipendenti e avviato le procedure di chiusura dello stabilimento di Campi Bisenzio, la viceministra dello sviluppo economico Alessandra Todde ha confermato che il tavolo del Ministero per lo sviluppo economico sulla vertenza della ditta che produce ricambi per auto è in programma a Firenze giovedì 15 Luglio alle 14, quindi in presenza e non in videoconferenza come inizialmente ipotizzato. L'incontro è fissato in prefettura.

A quel tavolo, oltre ai sindacati, siederanno anche i vertici di Gkn che hanno confermato la loro presenza e hanno reso noto che il giorno dopo, 16 Luglio, incontreranno anche le rappresentanze rsu. 

Gkn ha anche specificato che per comunicare i licenziamenti non è stata inviata solo una mail, ma sono state inviate raccomandate, pec ed email, come, secondo la multinazionale, prevede la legge.

Todde, in un'intervista al Manifesto, aveva detto che l'azione di Gkn guardava solo al profitto, senza rispetto della dignità dei lavoratori e senza rispetto della legislazione italiana. La viceministra ha anche spiegato di aver parlato con i vertici italiani di Gkn e di auspicare un atteggiamento diverso da qui in avanti. Todde spera che queste contrattazioni portino a una marcia indietro della multinazionale sulla chiusura dello stabilimento di Campi Bisenzio. Gkn avrebbe deciso di spostare la produzione in Polonia e Francia.  

Un problema quest'ultimo perché gli incentivi alle aziende possono essere richiesti indietro dallo Stato solo se la delocalizzazione avviene fuori dall'Unione Europea.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si è suicidato in carcere l'uomo di 38 anni accusato di aver ucciso Chiara Ugolini, 27 anni, sua vicina di casa. Era stato bloccato a Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca