Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:27 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La finlandese Sanna Marin: «La via d'uscita dalla guerra? È una sola»

Attualità sabato 13 agosto 2016 ore 09:49

Cittadini contro chiusura sportello bancario

Ottenuta una proroga fino a settembre ma sembra che non sarà rinnovata. Il consigliere comunale Acciai: "Si impoverisce di servizi Badia Prataglia"



POPPI — Badia Prataglia torna a lottare e difende la sopravvivenza dello sportello bancario presente nella frazione più popolosa situata all’interno dei confini del Parco Nazionale. “Dopo la proroga ottenuta fino a settembre – si legge in una nota diffusa da un comitato di cittadini guidati dal consigliere del Comune di Poppi Riccardo Acciai - per l’apertura dello sportello bancario MPS di Badia Prataglia, ci arrivano notizie che questa proroga non dovrebbe essere rinnovata e che quindi se non arrivano nuove notizie da Siena lo sportello chiuderà. Questa cosa, come già detto in più occasioni, è un altro grave colpo alla comunità di Badia Prataglia e alle persone che vivono in questi territori”.

Per chi abita in montagna infatti lo sportello bancario è un servizio rivolto “Non solo ai risparmiatori ma anche alle attività commerciali, che avranno un altro aggravio nella loro quotidiana lotta per la sopravvivenza”. L’amministrazione comunale di Poppi, precisa Acciai, “è impegnata nel mantenimento dei servizi nelle frazioni montane e stigmatizza questa decisione dei vertici senesi dell’istituto, una decisione che non ha alla base nessuna motivazione economica né di razionalizzazione di personale. Infatti i costi per l’istituto rimangono del tutto inalterati, avendo da poco rinnovato l’affitto dei locali per il mantenimento del Bancomat, e rimangono pertanto anche quelli legati ai vari controlli di sicurezza. Parlando del personale non si capisce come possa essere razionalizzato, in quanto lo sportello è aperto solamente due mattine a settimana e quindi è un dipendente di altra filiale che sale a Badia, senza nessun costo di trasferta”. 

A monte di questa decisione, pensano a Badia, “c’è probabilmente solo la voglia di qualche funzionario di sbandierare la chiusura di una filiale di fronte a qualche superiore che non sta di certo a vedere lo specifico dei conti: chiudere lo sportello di Badia Prataglia è solamente la cosa più semplice da fare. Si capisce sempre di più – conclude il comunicato - perché questo Istituto sia nelle condizioni in cui si trova”. 

Nei prossimi giorni l’amministrazione del comune di Poppi coinvolgerà la cittadinanza per decidere eventuali azioni da intraprendere insieme.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente, 37 anni, ha riportato un brutto trauma cranico ed è stato soccorso in codice rosso per poi essere trasportato d'urgenza in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Monitor Consiglio

Attualità