Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE21°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social

Attualità mercoledì 08 maggio 2019 ore 11:39

No al riconoscimento ai figli di due padri

Le coppie omosessuali posso solo adottare, nessuna trascrizione all'anagrafe per i figli avuti con maternità surrogata: la decisione della Cassazione



ROMA — Niente trascrizione all'anagrafe in Italia per i figli di una coppia omosessuale nati con la maternità surrogata, anche se riconosciuta all'estero. A deciderlo le Sezioni Unite di Cassazione. Per le coppie omosessuali rimane aperta la strada dell'adozione particolare.

Quindi non puo' essere trascritto nei registri dello stato civile italiano il provvedimento di un giudice straniero con cui è stato accertato il rapporto di filiazione tra un minore nato all'estero mediante il ricorso alla maternità surrogata ed un soggetto che non abbia con lo stesso alcun rapporto biologico.

Nella sentenza pubblicata oggi, viene spiegato che "non può essere trascritto nei registri dello stato civile italiano il provvedimento di un giudice straniero con cui è stato accertato il rapporto di filiazione tra un minore nato all'estero mediante il ricorso alla maternità surrogata ed un soggetto che non abbia con lo stesso alcun rapporto biologico, il cosiddetto genitore d'intenzione". 

La sentenza ha rigettato "la domanda di riconoscimento riguardante due bambini concepiti da uno dei componenti di una coppia omosessuale mediante il ricorso alla procreazione medicalmente assistita, con la collaborazione di due donne, una delle quali aveva messo a disposizione gli ovociti, mentre l'altra aveva provveduto alla gestazione". 

La Corte ha ritenuto che "il riconoscimento del rapporto di filiazione con l'altro componente della coppia si ponesse in contrasto con il divieto della surrogazione di maternità, ravvisando in tale disposizione un principio di ordine pubblico, posto a tutela della dignità della gestante e dell'istituto dell'adozione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scontro sulla Principessa all'altezza di Baratti, in cui restano ferite tre persone: intervengono le ambulanze e gli elisoccorso Pegaso 2 e Pegaso 3
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità