comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 24 novembre 2020
corriere tv
Covid, Conte: «Niente vacanze sulla neve a Natale. Non possiamo permetterci una terza ondata»

Cronaca mercoledì 30 settembre 2015 ore 13:02

Corruzione all'Anas, tre cantieri sotto inchiesta

Gli appalti toscani finiti nel mirino della procura fiorentina riguardano opere in provincia di Prato, Massa Carrara e sulla Tosco-Romagnola



FIRENZE — Nell'ambito dell'inchiesta Strade d'oro sono state indagate 24 persone mentre sono finiti agli arresti domiciliari per corruzione quattro persone: il capo di compartimento di Anas Toscana Antonio Mazzeo, il caposervizio amministrativo di Anas Toscana Roberto Troccoli, il funzionario Nicola Cenci e l'imprenditore Francesco Mele. Decine le perquisizioni eseguite nelle ultime ore da Polizia stradale e Guardia Forestale.

I tre appalti al centro delle indagini riguardano lavori di somma urgenza sulla strada statale Tosco-Romagnola costati 200mila euro, un altro intervento in provincia di Prato che ha richiesto un investimento di 3 milioni e 258mila euro e la manutenzione straordinaria di una strada in provincia di Massa Carrara per una spesa di 499.900 euro. Il sistema corruttivo era costruito su una tangente del 5 per cento sugli importi dei lavori.

"L'aggiudicazione degli appalti avveniva sfruttando nella maggior parte dei casi lo stato di emergenza e di necessità causato da calamità naturali - ha spiegato il procuratore Giuseppe Creazzo illustrando i dettagli dell'operazione - L'imprenditore ai domiciliari agiva, per sua stessa ammissione, fornendo il pacchetto completo, faceva pure i sopralluoghi. Negli uffici dell'Anas era di casa, arrivava a predisporre anche le documentazioni, il bando e altro".

Sulle modalità e le procedure di aggiudicazione degli appalti in Toscana anche Anas ha annunciato l'avvio di un controllo interno.

"Anas esprime la massima fiducia nella procura che coordina le indagini dell'inchiesta Strade d'oro - si legge in un comunicato inviato dall'azienda agli organi di informazione - In attesa degli esiti dell'inchiesta, Anas offrirà la massima collaborazione alla magistratura e avvierà un audit interno sui dirigenti e i funzionari coinvolti".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni